Verbale di incontro - Acciai Speciali Terni (22 dicembre 2020)

Documento: Verbale di incontro
Azienda: Acciai Speciali Terni S.p.A.
Settore: Siderurgia
Numero dipendenti: 2350
Data: 22 dicembre 2020

In data 22 dicembre 2020, presso il Ministero dello Sviluppo Economico, si è tenuto l’incontro, in video conferenza, riguardante la società Acciai Speciali Terni S.p.A. La riunione era presieduta dal Sottosegretario al Ministero dello Sviluppo Economico Alessandra Todde; hanno partecipato per il MiSE Stefano D’Addona, Capo della Segreteria Tecnica del Sottosegretario Todde, Chiara Cherubini, Chiara Mattone, Jacopo Gasparetti, Davide Amorosi Dirigente della Div. Crisi di Impresa e Francesca Borea. Hanno altresì partecipato: per la Regione Umbria, l'Assessore allo Sviluppo Economico Michele Fioroni, Mauro Mandrielli e Luigi Rossetti; il Sindaco di Terni Leonardo Latini; per la società AST Thyssenkrupp l’AD Massimiliano Burelli, il direttore HR Alessandro Rusciano; per Federmanager Terni Luciano Neri. Sono intervenute le segreterie nazionali e territoriali di CGIL, CISL, UIL, FIOM, FIM, UILM, UGL Metalmeccanici, USB Lavoro Privato, FISMIC e RSU.

Il Sottosegretario Alessandra Todde ha aperto l’incontro invitando l’AD dell’azienda a voler fornire un aggiornamento alla luce dei recenti incontri con le parti sociali.

L’AD dell’azienda, Ing. Burelli, ha ringraziato il Sottosegretario per la celerità con cui è stato convocato il tavolo e ha informato i presenti che il 16 dicembre u.s. è stato siglato un documento di sintesi tra le organizzazioni sindacali e l’azienda che ha portato alla stesura di un pre accordo ponte che impegnerà l’azienda fino al 30 settembre 2021, articolato nei seguenti punti:

  • investimenti per 20 milioni di Euro di cui il 30% saranno indirizzati in materia di sicurezza e ambiente, salute e sicurezza;
  • un volume di produzione minimo pari a 1milione di tonnellate compatibilmente con l’andamento del mercato;
  • l’impegno da parte dell’azienda di sviluppare la rete commerciale;
  • il mantenimento del perimetro occupazionale attuale con il contestuale impegno da parte dell’azienda a riportare all’interno dell’organizzazione 17 interinali usciti a giugno e l’impegno a stabilizzarne ulteriori in misura corrispondente alle uscite volontarie nel rispetto degli accordi precedentemente sottoscritti.

Per quanto concerne l’andamento produttivo, nel trimestre ottobre-dicembre il carico ordini è stato soddisfacente e conseguentemente c’è stato un uso limitato alla cassa integrazione. Inoltre, l’amministratore delegato ha evidenziato che il livello degli ordinativi è in linea con la produzione di 1 milione di tonnellate annue prevista nel citato accordo.

Le parti hanno confermato la sottoscrizione di un Accordo con i suddetti contenuti allegato al presente verbale.

Le OO.SS. hanno manifestato apprezzamento per l’intesa raggiunta con l’azienda valutando positivamente gli investimenti previsti e il mantenimento dei livelli occupazionali che costituiscono risorse necessarie per la manutenzione e l’efficienza degli impianti fino alla cessione del sito industriale. A tale riguardo, i sindacati hanno chiesto al MiSE supporto nella valutazione delle prospettive di continuità produttiva e occupazionale del sito durante la fase di cessione.

L’Assessore Fioroni, della Regione Umbria, ha espresso grande apprezzamento per l’accordo raggiunto tra l’azienda e le OO.SS e per il ruolo assunto dal MiSE in questa vertenza, ritenendo che il sito di Terni vada collocato in un più ampio quadro di strategia nazionale ed europea nel settore dell’acciaio.

Il Sindaco Latini ha sottolineato che dopo anni di crisi è fondamentale dare una prospettiva di rilancio al Polo industriale e ha chiesto aiuto al Governo al fine di monitorare la scelta del miglior acquirente che auspicabilmente, sia in grado di portare sviluppo e occupazione sul territorio.

Il Sottosegretario Todde ha concluso la riunione confermando l’importanza delle acciaierie di Terni e la strategicità del sito per il sistema Paese. Il MiSE seguirà con grande attenzione la procedura di cessione e l’attuazione dell’Accordo. Il Sottosegretario ha confermato la volontà del Ministro Patuanelli di lavorare ad un Piano nazionale sulla siderurgia idoneo per la valorizzazione dei siti strategici presenti sul territorio italiano.

 

Documenti

 



Questa pagina ti è stata utile?

NO