Verbale di riunione - Condotte D’Acqua (4 novembre 2020)

Documento: Verbale di riunione
Azienda: Condotte D’Acqua S.p.A.
Settore: Edilizia
Data: 4 novembre 2020

Il 4 novembre 2020 presso il Ministero dello Sviluppo Economico si è svolto in video conferenza un incontro riguardante l’aggiornamento dello stato di crisi di Condotte D’Acqua S.p.A. in Amministrazione Straordinaria. L’incontro era presieduto dal Stefano D’Addona, Capo della Segreteria Tecnica del Sottosegretario Alessandra Todde. Hanno partecipato per il Ministero dello Sviluppo Economico, Roberto Sampiero, Davide Amorosi, Francesca Borea, Federico Pennati e Chiara Cherubini. Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali era rappresentato dal Sottosegretario Francesca Puglisi. Per la Regione Lazio hanno partecipato Giulia Sforza, dell’Assessorato al Lavoro e Luisa Romano, dell’Assessorato allo Sviluppo Economico e alle Attività Produttive. In rappresentanza della Regione Toscana hanno partecipato Alessandra Nardini, Assessore all’Istruzione, formazione professionale, impiego e Michele Beudò. Per la Regione Lombardia hanno partecipato Carlo Bianchessi e Antonio Genova. Per la Società Condotte in AS sono intervenuti i Commissari Straordinari Giovanni Bruno, Gianluca Piredda e Matteo Uggetti. Hanno altresì partecipato le Segreterie nazionali e territoriali di CGIL, CISL, UIL, FILLEA-CGIL, FILCA-CISL, FENEAL-UIL, FIOM CGIL, FIM CISL, UILM, unitamente alle rispettive RSU.

Il Prof. Stefano D’Addona ha aperto la riunione di aggiornamento riguardo alla procedura di amministrazione straordinaria della società dando la parola ai Commissari Straordinari.

Per quanto riguarda la società Inso, il 15 ottobre u.s. i Commissari hanno sottoposto al MiSE un’istanza di aggiudicazione per tutto il ramo d’azienda e per tutti i dipendenti, dopo aver valutato l’offerta vincolante più vantaggiosa da un punto di vista industriale e occupazionale. Al riguardo l’offerente si è impegnato ad estendere la garanzia per i livelli occupazionali per un triennio. Una volta ottenuta l’autorizzazione del MiSE, il perfezionamento della cessione del ramo di Inso avverrà presumibilmente tra la fine del 2020 e l’inizio del 2021.
Per quanto riguarda Condotte hanno evidenziato che, nell’ambito del procedimento di vendita della società, sono in corso le attività di due diligence con diversi soggetti industriali italiani ed esteri. Il termine per la presentazione delle offerte vincolanti è stato fissato per il 30 novembre 2020.
I Commissari hanno evidenziato che, durante la procedura sono stati perfezionati una serie di accordi in coerenza con i programmi approvati dal MiSE finalizzati a mantenere il portafoglio esistente all’inizio della procedura e ed implementarlo.
Le operazioni di cessione e valorizzazione fino ad oggi realizzate hanno consentito di trasferire circa 900 lavoratori del personale che era incluso nei rami oggetto di cessione.
Le Organizzazioni Sindacali hanno chiesto maggiori dettagli riguardo alla situazione degli altri cantieri e riguardo a Con.Cor.Su, rispetto a cui risulta esservi il fermo attività. Le OO.SS. hanno manifestato preoccupazione per la sorte dei lavoratori di Condotte nella ipotesi in cui la cessione non dovesse riguardare l’unitarietà dei complessi aziendali, senza garanzie occupazionali. Hanno chiesto inoltre, chiarimenti riguardo al futuro dei lavoratori impegnati nei cantieri e alle prospettive dei dipendenti della sede di Roma e il monitoraggio del tavolo di confronto del MiSE delle procedure di cessione.
L’organo commissariale ha chiarito che per Con.Cor.Su non vi è alcun problema tecnico ma solo un ritardo nell’inizio dell’esecuzione delle opere. Hanno poi precisato che sarà obiettivo primario della gestione commissariale il mantenimento dell’unitarietà degli asset aziendali nella cessione al fine di garantire le tutele occupazionali.
Il dott. Sampiero ha precisato che l’istruttoria riguardante l’istanza di aggiudicazione della società Inso è conclusa ed è stata trasmessa agli uffici di diretta collaborazione.
I rappresentanti delle regioni Lombardia e Toscana, hanno manifestato soddisfazione per il lavoro svolto dai commissari. Giulia Sforza della Regione Lazio, dopo aver condiviso l’apprezzamento delle Regioni per il lavoro svolto dai Commissari auspicando che il risanamento di Condotte avvenga nel segno della continuità aziendale così da consentire il mantenimento di un asset molto importante e le professionali altamente qualificate per Condotte e quindi nel Territorio.

Il Prof. D’Addona ha concluso l’incontro precisando che il MiSE fornirà tutto il supporto necessario alle gestione commissariale nella cessione della società Condotte affinché si possa trovare la migliore soluzione di continuità industriale e salvaguardia occupazionale. Il tavolo di confronto verrà riconvocato dopo il termine della presentazione delle offerte vincolanti per i successivi aggiornamenti.

 

 



Questa pagina ti è stata utile?

NO