Verbale di riunione - Yokohama (22 settembre 2020)

Documento: Verbale di Riunione
Azienda: Yokohama S.r.l.
Numero dipendenti: 82
Data: 22 settembre 2020 

Il 22 settembre 2020 si è tenuta la conference video/call convocata dal Ministero dello Sviluppo Economico avente ad oggetto la situazione della sede di Ortona (CH) della società Yokohama. L’incontro era presieduto dalla sottosegretaria al MiSE Alessandra Todde. Hanno partecipato all’incontro la sottosegretaria al Ministero del Lavoro Francesca Puglisi, l’Assessore alle Attività Produttive Mauro Febbo della Regione Abruzzo, il Sindaco di Ortona Leo Castiglione, Stefano D’Addona, Paola Capone e Chiara Cherubini del Ministero dello Sviluppo Economico, il rappresentante di Yokohama global Tetsuya Tamaki, il liquidatore di Yokohama Industrial Products Italy S.r.l. Fabrizio Saveriano, il responsabile del personale di Yokohama Industrial Products Italy S.r.l. Marco Aquino, assistiti dagli avvocati Matteo Pollaroli e da Giuseppe Fontana di Confindustria Chieti-Pescara. Erano inoltre presenti le segreterie nazionali e territoriali di Filctem-Cgil, Femca-Cisl e Uiltec-Uil, unitamente alle RSU.

La sottosegretaria Puglisi ha precisato di aver verificato con i rispettivi uffici legislativi del Ministero del Lavoro e del Ministero dello Sviluppo Economico, con Inps e con le direzioni del Ministero del Lavoro, che l’azienda può avvalersi degli strumenti di integrazione del reddito previsti dalla normativa, i quali, non rientrando nel regime degli Aiuti di Stato, non prevedono successive restituzioni da parte dell’azienda.

Le sottosegretarie Todde e Puglisi, l’Assessore Febbo, il Sindaco di Ortona e le OO.SS. hanno rinnovato la richiesta all’azienda a non procedere con l’apertura della procedura di licenziamento collettivo, come annunciato nel corso del precedente tavolo ministeriale il 2 settembre u.s., ma di avvalersi di tutti gli strumenti messi a disposizione da parte del Ministero dello Sviluppo Economico e da parte del Ministero del Lavoro affinchè il sito di Ortona venga reindustrializzato con un piano industriale di lungo periodo e di tutela delle maestranze qualificate.

L’avv. Pollaroli ha ribadito la decisione aziendale di procedere all’apertura della procedura di licenziamento collettivo per cessazione di attività subito dopo l’incontro del tavolo ministeriale. Ha inoltre precisato che l’azienda e il liquidatore hanno iniziato le interlocuzioni con tre possibili investitori interessati a rilevare il sito, con l’auspicio che si possa arrivare in poco tempo alla presentazione di una offerta e di un piano di reindustrializzazione ed occupazionale.

Le sottosegretarie Todde e Puglisi, l’Assessore Febbo, il Sindaco di Ortona e le Organizzazioni Sindacali hanno condannato la decisione unilaterale aziendale che espone i lavoratori, con tutte le conseguenti possibili gravi ripercussioni sociali che ne deriverebbero.

La sottosegretaria Todde ha concluso l’incontro prendendo atto della distanza tra la parti.
Ha ribadito l’appello di tutte la parti all’azienda a non procedere all’apertura della procedura di licenziamento collettivo, a tutela sia delle maestranze e della reindustrializzazione del sito, sia dei rapporti che regolano la presenza della multinazionale Yokohama in Italia.



Questa pagina ti è stata utile?

NO