Verbale di riunione - Treofan (29 settembre 2020)

Documento: Verbale di riunione
Azienda: Treofan S.r.l.
Dipendenti: Circa 150
Settore: Produzione e distribuzione di film in polipropilene
Data: 29 settembre 2020

Il 29 settembre 2020 si è tenuto l’incontro in video conference convocato dal Ministero dello Sviluppo Economico avente ad oggetto il sito produttivo di Terni (TR) della società Treofan S.r.l. La riunione era presieduta dal Sottosegretario al Ministero dello Sviluppo Economico Alessandra Todde. Hanno partecipato Stefano D’Addona, Davide Amorosi e Chiara Cherubini del Ministero dello Sviluppo Economico, l’Assessore allo Sviluppo Economico Michele Fioroni, Mauro Andrielli e Luigi Rossetti della Regione Umbria, Manfred Kaufmann Ceo e Christelle Dal Cason di Jindal Films Europe, Deepak Jain CFO di Treofan Europe, assistiti da Daniele Rossi e dal Direttore Generale di Confindustria Umbria Elio Schettino e Claudio Di Berardino e le segreterie nazionali e territoriali di Femca-Cisl, Filctem-Cgil, Uiltec-Uil e Ugl Chimici, unitamente alle RSU.

In apertura di incontro il Ministero dello Sviluppo Economico ha chiarito che il tavolo ministeriale è stato riconvocato per la verifica dell’Accordo siglato tra le parti in sede di tavolo ministeriale il 10 agosto ultimo scorso e per verificare che il piano di investimenti e di rilancio del sito di Terni fosse stato realizzato dall’azienda.

Le Organizzazioni Sindacali hanno segnalato di aver rispettato gli accordi presi e che, tuttavia, l’azienda li aveva rispettati solo parzialmente, in quanto a fronte di uscite di materiale finito superiori ai quantitativi previsti, non ci sono state le auspicate riprese delle produzioni nei quantitativi previsti. Hanno denunciato lo svuotamento di produzioni tradizionalmente realizzate a Terni da gennaio di quest’anno, cioè prima dell’inizio della pandemia, e la loro realizzazione in altri siti del Gruppo Jindal, in alcuni casi anche con l’utilizzo del marchio Terni. Hanno inoltre segnalato che non c’è ancora stato il trasferimento della taglierina dallo stabilimento in dismissione di Battipaglia e, inoltre, che non c’è stato lo smaltimento previsto di rifiuti che rappresentano un pericolo per la sicurezza dei lavoratori. Hanno infine segnalato la necessità che l’azienda fornisca un piano industriale e di investimenti finalizzato al rilancio del sito.

Mr. Kaufmann ha segnalato di aver ripreso le produzioni a Terni riallacciando i contatti con i clienti come da impegni presi nell’Accordo. Ha ricordato che i ritardi nella piena ripresa delle produzioni sono dovuti al calo di ordinativi causato dalla generale crisi economico finanziaria indotta dalla pandemia che ha impattato tutti gli impianti del Gruppo che attualmente producono al di sotto delle capacità produttive. Ha rinnovato l’impegno a trasferire la taglierina da Battipaglia a Terni, a svuotare il sito dai materiali di scarto e a proseguire le verifiche per riprendere le restanti produzioni. Ha precisato che è in corso di redazione un piano di investimenti che si è impegnato a condividere con la Regione Umbria nella seconda metà di ottobre p.v.

L’Assessore Fioroni ha confermato la disponibilità all’incontro con l’azienda per valutare il ricorso agli strumenti propri alle Aree di crisi complessa, sulla base di una proposta di piano di rilancio del sito con l’introduzione di produzioni innovative, in sinergia con le competenze non comuni che si trovano nel polo di Terni.

Il Prof. D’Addona ha concluso l’incontro ricordando che l’obiettivo del tavolo ministeriale è supportare un piano di salvaguardia industriale ed occupazionale del sito di Terni che garantisca stabilità nel lungo periodo. Ha inoltre invitato le parti a rinnovare gli impegni contenuti nell’accordo per un periodo temporale più lungo.
Dopo aver ricevuto l’assenso dell’azienda e delle Organizzazioni Sindacali a posticipare i termini dell’Accordo di agosto, li ha invitati a riprendere il confronto tra le parti per apportare le relative modifiche al testo dell’Accordo, per poi riconvocare il tavolo ministeriale per una successiva ratifica e monitoraggio.
Le parti si incontreranno il prossimo 1 ottobre con il coordinamento di Confindustria Umbria.

 

 



Questa pagina ti è stata utile?

NO