Verbale di riunione - Indelfab S.p.A. in liquidazione (8 settembre 2020)

Documento: Verbale di riunione
Azienda: Indelfab S.p.A. in liquidazione (ex JP Industries)
Settore: Fabbricazione di elettrodomestici
Numero dipendenti: Circa 583
Data: 8 settembre 2020

In data 8 settembre 2020 si è tenuto presso il Ministero dello sviluppo economico un incontro di aggiornamento riguardante la società Indelfab S.p.A. in liquidazione ex JP Industries S.p.A. Alla riunione, presieduta dalle sottosegretarie al Ministero dello Sviluppo Economico Alessandra Todde ed Alessia Morani, hanno partecipato la sottosegretaria al Ministero del Lavoro Francesca Puglisi, Stefano d’Addona, Davide Amorosi e Chiara Cherubini del Mise, l’Assessore al Lavoro Loretta Bravi della Regione Marche e l’Assessore al Lavoro Michele Fioroni della Regione Umbria, il Sindaco di Gualdo Tadino Massimiliano Presciutti, il Sindaco di Nocera Umbra Giovanni Bontempi, Roberto Rizzardo di Invitalia, Annalisa Porcarelli, assistita da Enrico Scarlato e Mauro Cesaroni per Indelfab e le segreterie nazionali e territoriali di FIOM, FIM e UILM.

Le sottosegretaria Todde ha aperto l’incontro ricordando che il tavolo ministeriale era stato convocato per scongiurare la crisi occupazionale e tutelare i lavoratori coinvolti dall’apertura della procedura di licenziamento collettivo da parte dell’azienda aperta a fine agosto.

La sottosegretaria Morani ha precisato che il Ministero dello Sviluppo Economico ha tenuto costantemente le interlocuzioni con le parti e con l’azienda nei mesi scorsi. In particolare ha ricordato che all’azienda è stato chiesto più volte di presentare il piano industriale e che durante le recenti interlocuzioni non aveva messo il MiSE a conoscenza della decisione di aprire la procedura di licenziamento.

Le Organizzazioni Sindacali hanno precisato che non erano a conoscenza della volontà della società di aprire la procedura di licenziamento. Hanno chiesto alla società il ritiro della procedura di licenziamento e la presentazione di un piano industriale finalizzato ad un concordato non liquidatorio e al Governo di supportare il piano industriale anche con gli strumenti di integrazione al reddito, a tutela del territorio e del settore.

La dott.ssa Porcarelli e i suoi consulenti hanno dichiarato che c’è la disponibilità a rivedere le decisioni prese previ chiarimenti da parte del Governo sugli strumenti a supporto disponibili.

Il sottosegretario Puglisi ha precisato che esistono strumenti di integrazione al reddito e che nei prossimi giorni verranno valutati gli strumenti disponibili nel corso di opportune verifiche tecniche con la società.

Il sottosegretario Morani ha ricordato che esistono strumenti di supporto agli investimenti anche dedicati nell’area in cui si trovano gli stabilimenti produttivi in questione e che il MiSE sta inoltre offrendo supporto cercando il coinvolgimento di eventuali investitori.

Il sottosegretario Todde ha precisato che dalle continue interlocuzioni con l’azienda non ci sono mai state preclusioni da parte del MiSE ad esplorare ogni possibile strumento a supporto di un piano industriale di rilancio della società. Il tavolo di confronto ministeriale verrà riconvocato il 17 settembre p.v.

 

 



Questa pagina ti è stata utile?

NO