Verbale di incontro - Dema (22 maggio 2020)

Documento: Verbale di incontro
Azienda: Dema S.p.A.
Addetti: 733
Settore: Aerospazio
Data: 22 maggio 2020

Il 22 maggio 2020 si è svolta una riunione in modalità conference call convocata dal Ministero dello Sviluppo Economico riguardante il Gruppo Dema. L’incontro era presieduto dalla sottosegretaria allo Sviluppo Economico Alessandra Todde, hanno partecipato il Vice Capo di Gabinetto del Ministero dello Sviluppo Economico Giorgio Sorial, i sottosegretari del Ministero del Lavoro Francesca Puglisi e Stanislao Di Piazza, l’Assessore al Lavoro della Regione Campania Sonia Palmeri, il Presidente della task force della Regione Puglia Leo Caroli, Stefano D’Addona e Chiara Cherubini del Ministero dello Sviluppo Economico; in rappresentanza di INPS hanno partecipato il Direttore Centrale Entrate Vincenzo Tedesco, il Direttore di Coordinamento Metropolitano Napoli Vincenzo Damato, la Responsabile Regolarità Contributiva Gestione Credito della Direzione Centrale Entrate Vittoria Maria Sidari, il Dirigente dell’Area Gestione del Credito della Direzione Centrale Entrate Marco D’Alessandris, la Dirigente Area della Direzione Coordinamento Metropolitano di Napoli Angela Santopietro. In rappresentanza della società Dema S.p.A. hanno partecipato l’Amministratore Delegato Renato Vaghi, il Responsabile delle Risorse Umane Stefano Zigliara, il COO Marco Pasini e il Direttore Finanziario Siro Taccani assistiti dagli advisor Giampietro Castano, Davide Guerrieri. Dario Gizi e Lucio Visciano. Erano inoltre presenti le segreterie nazionali e territoriali di Fiom-Cgil, Fim-Cisl, Uilm-Uil, Ugl metalmeccanici, Failms, Fismic e Cobas, unitamente alle RSU.

L’ing. Sorial ha aperto l’incontro invitando i rappresentanti della società a fornire aggiornamenti in merito al piano di ristrutturazione, anche rispetto agli eventi delle ultime settimane relativi allo scenario di contingenza emergenziale.

Il dott. Vaghi ha evidenziato l’impatto sull’andamento delle attività e le perdite di fatturato dovute al rallentamento economico globale causato dalla pandemia. Ha confermato che è in corso la definizione del piano per la procedura di ristrutturazione del debito, rispetto al quale i principali creditori della società, a partire dall’azionista Bybrook, hanno confermato il loro supporto, accettando Accordi e stralci del debito. Rimane da finalizzare un Accordo transattivo, proposto dalla società all’Inps. Ha evidenziato la scadenza dei termini della procedura 182bis presso il Tribunale di Nola del 25 maggio 2020. Auspicando di trovare una composizione con Inps riguardo all’Accordo proposto, ha chiesto di dare evidenza al Tribunale di Nola dell’esistenza di trattative pendenti con la società Dema in una esplicita dichiarazione da parte di Inps.

L’ing. Sorial ha reiterato la richiesta dell’amministrazione delegato di Dema ad Inps di una dichiarazione che desse evidenza dell’esistenza di trattative pendenti con la società e dell’apertura da parte dello stesso Istituto riguardo ad una loro eventuale definizione, nel rispetto delle reciproche prerogative, ai fini dell’ottenimento di una proroga dei termini della procedura 182bis da parte del Tribunale di Nola.

Le Organizzazioni Sindacali hanno ribadito la richiesta governativa di dare continuità alla trattativa tra Inps e la società. Hanno inoltre chiesto ai Ministeri di verificare eventuali strumenti a supporto del piano industriale della società e di riconvocare a giugno il tavolo di confronto istituzionale per la verifica del piano industriale ed occupazionale.

I rappresentanti di INPS hanno dichiarato la disponibilità a fornire una dichiarazione, ai fini dell’ottenimento di una proroga dei termini da parte del Tribunale di Nola, che attesti il prosieguo del lavoro di la valutazione da parte dell’Istituto della proposta di Accordo presentata dalla società Dema.

La sottosegretaria Todde ha concluso l’incontro ricordando che il Ministero del Lavoro e il Ministero dello Sviluppo Economico hanno sempre mostrato la massima attenzione e il massimo impegno per supportare l’azienda in uno sforzo congiunto per salvaguardarne la sopravvivenza e l’occupazione. Il lavoro dei due Ministeri proseguirà nelle prossime settimane per arrivare al compimento del percorso iniziato.

 



Questa pagina ti è stata utile?

NO