Verbale di riunione - Acque Minerali d’Italia S.p.A. (20 maggio 2020)

Documento: Verbale di riunione
Azienda: Acque Minerali d’Italia S.p.A.
Addetti: Circa 470
Settore: Agroalimentare
Data: 20 maggio 2020

Il 20 maggio 2020, si è svolta in modalità call conference la riunione riguardante l’azienda Acque Minerali d’Italia S.p.A. convocata del Ministero dello Sviluppo Economico. L’incontro era presieduto dal Vice Capo Gabinetto allo Sviluppo Economico Giorgio Sorial. Erano presenti Chiara Cherubini del Ministero dello Sviluppo Economico, Stefano Mazzetti per la Regione Emilia Romagna, Antonio Genova per la Regione Lombardia, l’Assessore al Lavoro Michele Fioroni e Mauro Andrielli per la Regione Umbria, l’Assessore al Lavoro Elena Donazzan e Mattia Losego di Veneto Lavoro per la Regione Veneto, inoltre hanno partecipato Antonio Paganini CRO e Rosanna Toschi Responsabile HR della società AMI e le segreterie nazionali e territoriali di Fai-Cisl, Flai-Cgil e Uila-Uil.

L’ing. Sorial ha aperto l’incontro chiedendo all’azienda aggiornamenti riguardo alle linee strategiche del piano di rilancio di medio lungo periodo.

Il dott. Paganini ha dichiarato che si sta procedendo con il riavvio delle attività, dei rapporti commerciali, con l’approvvigionamento delle materie prime e il piano di efficientamento. Inoltre, ha precisato che sono in corso delle trattative riservate finalizzate al piano industriale. Ha Infine inoltre condannato come controproducenti le azioni di protesta negli stabilimenti di Sangemini e Guardianello.

Le Organizzazioni Sindacali hanno chiesto un confronto puntuale per tutti i siti sulle tappe del processo di rilancio e sulla ripresa delle attività, sullo stato degli ordinativi e sul conseguente utilizzo a supporto degli ammortizzatori sociali.
Hanno inoltre chiesto la presentazione a giugno del piano industriale e finanziario al tavolo istituzionale presso il Ministero dello Sviluppo Economico.
Hanno chiesto all’azienda un maggiore confronto con le organizzazioni sindacali a tutti i livelli, sia con le segreterie nazionali e territoriali, sia con le RSU, per la gestione della difficile congiuntura, aggravata dalle criticità causate dalla pandemia.
Hanno infine chiesto alla Regioni di intervenire per compensare eventuali ritardi nell’erogazione della cassa integrazione.

L’Assessore Fioroni ha sottolineato il supporto della Regione Umbria a favorire progetti di rilancio di marchi storici di importanza socio economica per il territorio, come quelli detenuti dalla società Acque Minerali d’Italia, anche cercando di favorire il dialogo tra le parti, e ha fatto appello alle medesime affinché cerchino di limitare ogni occasione di scontro.

Il dott. Losego, il dott. Genova e il dott. Mazzetti hanno confermato il supporto delle Regioni Veneto, Lombardia ed Emilia Romagna al piano rilancio industriale aziendale con tutti gli strumenti disponibili, auspicando l’attivazione immediata del confronto con le istituzioni regionali per la gestione di specificità e realtà territoriali molto diversificate tra di loro.

L’ing. Sorial ha concluso l’incontro facendo appello ad un atteggiamento costruttivo da parte dell’azienda e delle Organizzazioni Sindacali per lavorare in coordinamento con le istituzioni per il superamento delle particolari criticità congiunturali aziendali e per la costruzione di un percorso di rilancio. Ha invitato l’azienda ad attivare prima possibile il confronto richiesto con le istituzioni regionali e precisato che il Ministero dello Sviluppo Economico continuerà le interlocuzioni dirette sia con l’azienda, sia con le Organizzazioni Sindacali, prima della riconvocazione del tavolo istituzionale nel quale verranno condivise le linee guida del piano industriale. Ha inoltre invitato l’azienda ad intensificare il confronto con le organizzazioni sindacali a tutti i livelli per cercare di evitare in futuro i fraintendimenti che hanno portato ai disordini dei giorni scorsi.



Questa pagina ti è stata utile?

NO