Verbale di riunione - Treofan (15 maggio 2020)

Documento: Verbale di riunione
Azienda: Treofan S.r.l.
Dipendenti: Circa 150
Settore: Produzione e distribuzione di film in polipropilene
Data: 15 maggio 2020

Il 15 maggio 2020 si è tenuta la call conference convocata dal Ministero dello Sviluppo Economico avente ad oggetto il sito produttivo di Terni (TR) della società Treofan S.r.l. La riunione era presieduta dal Vice Capo di Gabinetto Giorgio Sorial. Hanno partecipato Stefano D’Addona della segreteria della sottosegretaria al MiSE Alessandra Todde, Chiara Cherubini del MiSE, l’Assessore allo Sviluppo Economico Michele Fioroni e il Mauro Andrielli della Regione Umbria, Manfred Kaufmann Ceo di Jindal Films Europe, Andrea Marcovecchio responsabile legale del Gruppo Treofan, assistiti dal consulente Daniele Rossi e le segreterie nazionali e territoriali di Femca-Cisl, Filctem-Cgil, Uiltec-Uil e Ugl Chimici.

L’ing. Sorial ha aperto la call richiamando la precedente call del tavolo ministeriale del 14 aprile u.s., durante la quale era stato chiesto alla proprietà aziendale di fornire elementi di garanzia rispetto alla continuità industriale ed occupazionale di medio lungo periodo della sede Treofan di Terni e, inoltre, in vista della dismissione dei macchinari di Battipaglia, di spostare a Terni da Battipaglia un numero di macchinari maggiore rispetto alla intenzione iniziale, comunicata da Kaufmann il 14 aprile, di spostare una sola taglierina.

Il dott. Kaufmann ha confermato la volontà da parte del Gruppo di potenziare il sito Treofan di Terni affinché possa far fronte al temporaneo calo di volumi dovuto alla concorrenza.
Ha tuttavia ribadito la decisione del Gruppo di spostare i macchinari di Battipaglia in altri siti del Gruppo Jindal, destinando a Terni una sola taglierina, coerentemente con le esigenze legate alla operazione di rilancio sul mercato in atto in tutto Gruppo Jindal.

La Regione Umbria ha comunicato la disponibilità ad incontrare l’azienda per valutare un eventuale supporto a progetti innovativi aziendali di economia circolare e riciclo degli scarti, nonché di rilancio della filiera del tabacco, che richiederebbero lo spostamento di un maggior numero di macchinari da Battipaglia a Terni.

Le Organizzazioni Sindacali hanno denunciando il disinteresse del Gruppo nei confronti del sito ternano, sempre più penalizzato rispetto agli altri siti del Gruppo Jindal per quanto riguarda l’allocazione degli ordini. Hanno quindi chiesto un confronto tecnico e di merito immediato tra le parti riguardo al piano industriale, ai mercati di riferimento, al valore aggiunto dei prodotti, agli investimenti, all’occupazione e ai rapporti del sito di Terni con gli altri siti del Gruppo Jindal. Hanno inoltre chiesto di far seguire al confronto tecnico un successivo incontro in sede ministeriale alla presenza della Regione Umbria. Hanno chiesto infine all’azienda di non spostare macchinari da Battipaglia prima dell’avvenuto confronto tra le parti ed in sede ministeriale.

L’ing. Sorial ha richiamato l’azienda a tenere lo stesso atteggiamento costruttivo dimostrato dal Ministero dello Sviluppo Economico e delle parti. Ha chiesto che gli impianti dismessi di Battipaglia restino all'interno del sito fino alla conclusione del percorso di confronto da tenersi prima tra le parti e successivamente in sede ministeriale, al fine di ottenere garanzie da parte dell’azienda rispetto al piano industriale e alle previsioni di produttività ed occupazionali per il sito di Terni nel medio lungo periodo.



Questa pagina ti è stata utile?

NO