Verbale di riunione - Scarpe&Scarpe (22 aprile 2020)

Documento : Verbale di riunione
Azienda: Scarpe&Scarpe
Settore: Commercio
Numero dipendenti: 1776
Data 22 aprile 2020

Il 22 aprile 2020 si è svolta una conference call presso il Ministero dello Sviluppo Economico riguardante la società Scarpe&Scarpe. La call era presieduta dal Vice Capo di Gabinetto Giorgio Sorial. Hanno partecipato Stefano D’Addona della segreteria della sottosegretaria Todde del Ministero dello Sviluppo Economico, Chiara Cherubini del Ministero dello Sviluppo Economico, Angelica Nicolò della Regione Piemonte, Carlo Bianchessi ed Antonio Genova della Regione Lombardia, i Commissari Giudiziali Ivano Pagliero e Andrea Grosso, Alessandra Miriello CFO, Rizzati direttore HR e Genny Marrone Manager HR della società Scarpe&Scarpe, assistiti dagli avvocati Barcellona, Tufani e Giovetti dello studio Pedersoli e Andrea Gabola dello studio Ranalli. Hanno inoltre partecipato le segreterie nazionali di Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl e Uiltucs-Uil rappresentate rispettivamente da Sergio Aliprandi, Stefania Chicca e Paolo Proietti.

In apertura l’ing. Sorial ricordato che la società ha presentato lo scorso 4 aprile istanza di concordato preventivo presso il Tribunale di Torino che il 15 aprile u.s. ha nominato i commissari giudiziali. Precedentemente, il 29 marzo u.s. le parti avevano raggiunto un accordo per l’accesso alla CIGS per nove settimane ai sensi dell’art 22 DL18/20 per i punti vendita presenti in tutte le regioni italiane. Ha quindi dato la parola si rappresentanti dell’azienda.

La dott.ssa Miriello ha confermato che l’azienda ha avviato una analisi preliminare per la redazione di un piano finalizzato sia garantire prospettive per il futuro, sia a gestire la ripresa delle attività a breve.
Il dott. Gabola ha confermato che il piano prevede la revisione della gamma dei prodotti e dei marchi commercializzati, la revisione dei rapporti con i fornitori e dei costi operativi e di struttura, e la mobilizzazione del magazzino, anche con azioni promozionali. Un primo resoconto sarà inviato ai commissari giudiziali il 12 giugno p.v.

I Commissari Giudiziali hanno dichiarato la disponibilità al confronto con le Organizzazioni Sindacali in tempi prossimi.

Le Organizzazioni Sindacali hanno richiamato la repentina comunicazione da parte dell’azienda della mancanza di liquidità per saldare lo stipendio di febbraio mentre era ancora in corso il confronto per la contrattazione integrativa. Hanno preso atto che la preparazione del piano industriale è stata avviata e chiesto nel frattempo azioni per recuperare le risorse utili al saldo delle spettanze arretrate e al pagamento dell’anticipo dell’integrazione salariale, per la corresponsione della quale si temono ritardi. Hanno chiesto un incontro in tempi brevi per avviare un confronto sulla modalità di gestione della riapertura dei punti vendita e sulle misure di sicurezza da adottare.

La dott.ssa Miriello e gli avvocati dello studio Pedersoli hanno confermato che l’azienda provvederà prioritariamente a sanare gli impegni presi riguardo alle spettanze arretrate e all’anticipo degli ammortizzatori sociali non appena potrà disporre della liquidità necessaria successivamente alla ripresa delle attività, compatibilmente con la normativa della L.F. e con le risposte del mercato che inizialmente saranno limitate dal perdurare dalle misure relative all’emergenza sanitaria.
La dott.ssa Miriello ha confermato la disponibilità a confronti periodici con le Organizzazioni Sindacali e ad un primo incontro il 28 aprile p.v.

Il dott. Bianchessi ha segnalato la disponibilità al confronto con le parti riguardo agli interventi per sostenere le anticipazioni della CIGD fruibile per 13 settimane in Lombardia.

La dott.ssa Nicolò ha confermato la disponibilità del Piemonte al confronto con le parti e ad intervenire per sostenere le anticipazioni della CIGD.

L’ing. Sorial ha concluso l’incontro invitando l’azienda a mantenere un dialogo costruttivo con le istituzioni e con le parti sociali rispetto alla gestione della ripresa delle attività e alla redazione del piano concordatario, dichiarando la disponibilità del Ministero dello Sviluppo Economico a supportare un piano di rilancio aziendale e di salvaguardia occupazionale.
Ha invitato le parti ad un confronto periodico il più frequente possibile per la gestione operativa della ripresa e registrato che il primo incontro si terrà il 28 aprile p.v.
Il Ministero dello Sviluppo Economico rimarrà in contatto con l’azienda, con i rappresentanti della procedura e con le Organizzazioni Sindacali per le vie brevi e per la condivisione degli aggiornamenti in attesa della prossima convocazione del tavolo istituzionale.

 


Questa pagina ti è stata utile?

NO