Verbale di riunione - Whirlpool (29 gennaio 2020)

Documento: Verbale di riunione
Azienda: Whirlpool
Settore: Elettrodomestici
Data: 29 gennaio 2020

Il 29 gennaio 2020 presso il MiSE si è tenuto un tavolo avente ad oggetto il sito di Napoli del Gruppo Whirlpool. La riunione era presieduta dal Ministro Stefano Patuanelli. Erano presenti il Vice Capo di Gabinetto del MiSE Giorgio Sorial, per la Regione Campania l’Assessore al Lavoro Sonia Palmeri, per il Comune di Napoli l’Assessore alle Politiche sociali e al Lavoro Monica Buonanno, per Invitalia Domenico Arcuri, Roberto Rizzardo e Paolo Praticò, Chiara Cherubini del MiSE, per Whirlpool l’Amministratore Delegato Luigi La Morgia, il responsabile HR Carmine Trerotola, il responsabile relazioni sindacali Carmine Candeloro e il responsabile della comunicazione e delle relazioni istituzionali Alessandro Magnoni. Erano inoltre presenti le segreterie nazionali e territoriali di CGIL, CISL, UIL, FIOM CGIL, FIM CISL, UILM UIL, UGL METALMECCANICI, unitamente alle RSU.

L’ing. Sorial ha precisato che nelle scorse settimane si sono svolti incontri tecnici tra l’azienda e le istituzioni. Ha inoltre aggiunto che il Governo ha dato mandato ad Invitalia di fare una analisi dettagliata dei dati certificati aziendali al fine di verificare le dichiarazioni della multinazionale riguardo alla sostenibilità delle produzioni del sito di Napoli. Ha quindi dato la parola ad Invitalia per ulteriori dettagli.

Il dott. Rizzardo ha spiegato che è stata avviata una analisi che tiene conto dell’andamento aziendale nel contesto del mercato di riferimento finalizzata ad una valutazione della sostenibilità delle produzioni del sito di Napoli. Verrà fatta inoltre una disamina di tutte le misure disponibili a supporto di eventuali soluzioni di salvaguardia di lungo periodo delle attività produttive e della piena occupazione.

Le Organizzazioni Sindacali hanno dichiarato che il blocco delle produzioni di Napoli a marzo è inaccettabile e ribadito la necessità di verificare la sostenibilità delle produzioni Whirlpool a Napoli nel contesto del piano industriale delle produzioni in Italia e all’estero del Gruppo, richiamando gli impegni presi dalla multinazionale rispetto ai c’è stato il supporto degli ammortizzatori sociali. Hanno inoltre ricordato l’impatto della crisi dell’impianto di Napoli sulle aziende e gli occupati dell’indotto nell’area.

L’assessore Palmeri ha ricordato che la Regione Campania ha dichiarato la disponibilità di ingenti misure a sostegno degli investimenti e della formazione rispetto a cui non ha ricevuto risposta da parte dell’azienda.

Il dott. La Morgia ha confermato la strategicità degli impianti produttivi italiani per la multinazionale ribadendo tuttavia che gli impegni presi nel piano industriale vanno rivisti nel contesto delle mutate condizioni di mercato.

Il Ministro ha dichiarato che il blocco delle produzioni a Napoli è inaccettabile e ha sospeso la plenaria per incontrare, prima separatamente e poi congiuntamente, i rappresentanti di sindacati e azienda,

Al termine degli incontri il Ministro ha comunicato che l’azienda ha manifestato la disponibilità a mantenere le attività produttive del sito di Napoli fino al 31 ottobre 2020.

Il Ministro ha infine concluso l’incontro confermando il massimo impegno del Governo a trovare una soluzione definitiva per supportare la continuità produttiva dello stabilimento e salvaguardare i lavoratori con tutti gli strumenti disponibili.

Verranno inviati da subito incontri tecnici e incontri tra le parti di verifica del piano industriale di tutto il perimetro delle produzioni in Italia della multinazionale.



Questa pagina ti è stata utile?

NO