Verbale di riunione - Dema (10 dicembre 2019)

Documento: Verbale di riunione
Azienda: Dema S.p.A.
Settore: Aerospazio
Numero dipendenti: 733
Data: 10 dicembre 2019

In data 10 dicembre 2019 presso il Ministero dello Sviluppo Economico si è svolto l’incontro riguardante la società Dema S.p.A.

La riunione è stata presieduta dalla Sottosegretaria al Ministero dello Sviluppo Economico, dott.ssa Alessandra Todde e dal Vice Capo di Gabinetto del Ministero dello Sviluppo Economico, Ing. Giorgio Sorial.

Ha partecipato la dott.ssa Paola Capone della Struttura per le Crisi di Impresa del Ministero dello Sviluppo Economico, la dott.ssa Manuela Gaetani, Dirigente della Div VI della DG Ammortizzatori Sociali e della Formazione del Ministero del Lavoro e delle politiche sociali.

Per la Regione Campania ha partecipato il dott. Arturo Bisceglie; la Regione Puglia è stata rappresenta dal dott. Leo Caroli, Presidente del Comitato Sepac.

Per la società Dema hanno partecipato: il dott. Renato vaghi, Amministratore Delegato, il dott. Stefano Zigliara, Resp. H.R. Gruppo Dema, l’avv. Luciani, il dott. Giampietro Castano, Consulente della società, unitamente al dott. Gerardo Mottola di Unione Industriale Napoli.

Hanno partecipato FIM-CISL, FIOM-CGIL, UILM-UIL, UGL Metalmeccanici, FAILMS, FISMIC, nazionali e territoriali, unitamente alle rispettive RSU.

Il Vice Capo di Gabinetto, ing. Giorgio Sorial, ha aperto l’incontro invitando i rappresentanti di Dema a voler fornire ogni aggiornamento sulla situazione debitoria e sulla possibilità di accedere ad ammortizzatori sociali, come da impegni assunti nel precedente incontro ministeriale.

Il Dott. Vaghi, in merito alla procedura di cui all’art. 182 bis L. fall, ha fatto sapere che entro domani sarà depositato l’accordo di ristrutturazione del debito ed in caso di riscontro positivo da parte del Tribunale, la Proprietà sarà disponibile ad immettere nuovo capitale per offrire maggiore stabilità all’esecuzione del piano e sostenere le attività correnti. Si è poi soffermato sulla situazione occupazionale chiarendo di aver avuto delle interlocuzioni con il Ministero del Lavoro per l’eventuale accesso ad ammortizzatori sociali. Con particolare riferimento a quella di Somma Vesuviana (NA), si è optato per il CDS fino a fine 2019 con possibilità di proroga per i successivi 12 mesi. Per quanto riguarda quella del sito di Brindisi, ha fatto sapere di aver avviato il confronto con il Ministero del Lavoro e con la Regione Puglia per poter gestire in modo responsabile la situazione dei 99 lavoratori ivi impiegati.

Il dott. Leo Caroli, per la Regione Puglia, dopo aver confermato il confronto avvenuto con l’azienda per la gestione dell’impatto sociale, ha comunicato che si sta verificando di chiudere la procedura evitando i licenziamenti immediati ricorrendo agli Ammortizzatori Sociali ed attivando specifici percorsi di politiche attive e di riaccompagnamento al lavoro, a carico della Regione Puglia. La Regione Puglia, inoltre, è pronta a supportare l’azienda se il Piano Industriale prevede degli investimenti in R&D per rendere più competitivi gli stabilimenti.

Il dott. Arturo Bisceglie, per la Regione Campania, si è reso disponibile ad avviare il confronto per il ricorso al CdS per l’unità di Somma Vesuviana invitando la società ad un futuro incontro in sede regionale su richiesta delle parti.

Le Organizzazioni Sindacali, dopo aver ritenuto positivo che il confronto avviato con l’azienda sia proseguito senza l'apertura di procedure di licenziamento collettivo, hanno chiesto maggiori chiarimenti e dettagli sul Piano Industriale in ordine agli investimenti che necessariamente dovranno essere destinati a tutte le aziende del gruppo. Hanno palesato la disponibilità a raggiungere l’accordo per il CSD per i lavoratori di Somma Vesuviana. Hanno anche avvertito che a maggio 2020 scadrà la cassa integrazione per i lavoratori di Benevento. Le OO.SS. Hanno dato la disponibilità all’azienda di affrontare ulteriori e specifiche tematiche del Piano industriale preliminarmente in appositi incontri in sede aziendale, per aprire una nuova stagione di relazioni sindacali, ribadendo tuttavia che il piano industriale di rilancio dovrà avere soluzioni e prospettive non traumatiche per tutti i siti e che lo stesso dovrà essere discusso in fase finale presso il tavolo ministeriale attualmente aperto.

La dott.ssa Manuela Gaetani, del Ministero del Lavoro, ha fatto sapere che vi è stata già una riunione tecnica tra il Ministero del Lavoro e l’azienda in merito alla possibilità di accedere a degli ammortizzatori sociali. Verificato, inoltre, che vi è la disponibilità delle risorse, ha inviato le parti a sottoscrivere l’accordo preliminare per richiedere l’accesso al Contratto di solidarietà per il sito di Somma Vesuviana.

La Sottosegretaria Alessandra Todde ha registrato un passo in avanti con l’incontro odierno da cui è emerso l’avvio della ristrutturazione del debito e al tempo stesso un ambizioso progetto di rilancio industriale. Sarà tuttavia necessario monitorare lo stato di avanzamento del Piano Industriale attraverso il confronto continuo tra le Parti anche al fine di garantire il mantenimento del livello occupazionale.

Il Vice Capo di Gabinetto, Ing. Giorgio Sorial, ha concluso l’incontro esprimendo soddisfazione per il percorso avviato dalla società dopo la richiesta del Mise di procedere ad approfondimenti tecnici riguardo alla tempistica e agli strumenti di realizzazione del piano industriale. Il tavolo sarà convocato per successivi aggiornamenti.



Questa pagina ti è stata utile?

NO