Verbale di riunione - Dxc Technology (7 novembre 2019)

Documento: Verbale di riunione
Azienda: Dxc Technology Gruppo
Settore: ICT TLC
Numero dipendenti: 2000 ca
Data: 7 novembre 2019

In data 7 novembre 2019 presso il Ministero dello Sviluppo Economico si è svolto un incontro riguardante la situazione del Gruppo DXC TECHNOLOGY. La riunione è stata presieduta dalla Sottosegretaria al Ministero dello Sviluppo Economico, dott.ssa Alessandra Todde e dal Vice Capo di Gabinetto del Ministero dello Sviluppo Economico, ing. Giorgio Sorial. Hanno partecipato la dott.ssa Paola Capone della Struttura di Crisi d’Impresa del MiSE. Per la Regione Lombardia ha partecipato il dott. Antonio Genova, funzionario di Polis Lombardia; per la Regione Puglia hanno partecipato la dott.ssa Elisabetta Biancolillo, Dirigente dell’Area di Crisi Industriale ed il dott. Rocco Santochirico, del Comitato Sepac della regione Puglia. Per DXC TECHNOLOGY è stato presente il dott. Lorenzo Greco, Amministratore Delegato, il dott. Bruno Moscarelli, la dott.ssa Marinella Corbo, il dott. Sergio Cereda
Hanno partecipato FIOM CGIL, FIM CISL, UILM UIL, UGL Metalmeccanici, nazionali e territoriali, unitamente alle RSU.

Il Vice capo di Gabinetto, ing. Giorgio Sorial, ha immediatamente invitato l’azienda a voler fornire una fotografia del piano industriale e della sua proiezione sul livello occupazionale.

Il dott. Lorenzo Greco, dopo una breve sintesi sulla storia della DXC, ha fatto sapere che oggi il Gruppo è un leader globale dei servizi Ict ed in particolare nel mercato di riferimento si attesta tra le prime 5 in Italia e tra le prime 3 posizioni nel mondo. DXC ha circa 20 miliardi di dollari di fatturato, 6000 clienti e 138 mila dipendenti in tutto il mondo. In Italia opera con 5 diversi brand: ES Italia, Logistica Digitale, Xchanging, Luxoft, FDS. L’obiettivo a lungo termine è quello di diventare società leader nel settore. I servizi digitali sono in crescita del 36%, mentre diminuiscono i servizi tradizionali generando un fatturato complessivo in crescita del 4% nell’orizzonte temporale del piano. Nonostante la crescita, resta bassa la profittabilità. La Società ha realizzato gran parte degli obiettivi del Piano industriale, con scadenza fra sei mesi, presentato nel 2017 al Ministero dello Sviluppo Economico e sta lavorando al nuovo Piano (marzo 2020) che si prefigge tre obiettivi: crescita stabile del fatturato, innalzamento dei margini di profitto in maniera sostenibile, sviluppo della cultura digitale e centralità dei nostri Clienti attraverso un rafforzato ingaggio delle nostre Persone.

Le Organizzazioni Sindacali hanno espresso una forte preoccupazione sull’impatto occupazionale che determinerà la transizione dai servizi tradizionali - che occupano ancora il 60 % dei servizi aziendali – ai servizi digitali. Hanno pertanto chiesto all’azienda maggiore chiarezza su tale aspetto e sulle modalità con cui intende avviare il processo di trasformazione ed innovazione ribadendo che l’unica strada percorribile debba tornare ad essere quella della ricerca di soluzioni non traumatiche e condivise. I dati forniti sono alquanto approssimativi. Resta il timore di azioni unilaterali come l’avvio della procedura di licenziamento collettivo per 36 lavoratori avviata nello scorso settembre dalla Enterprise Services (una delle società più grandi del gruppo DXC in Italia). Hanno inoltre richiesto di implementare il piano di formazione completa per tutti i dipendenti così come richiesto dal CCNL metalmeccanico.

Il dott. Greco ha fatto sapere che per l’azienda la formazione rappresenta un potente strumento per migliorare le competenze dei lavoratori, precisando che su un perimetro aziendale di 1400 risorse, 1100 sono già state formate. In merito alla procedura di licenziamento collettivo richiamata dalle OOSS ha chiarito che si è trattata di una scelta aziendale realizzata nel pieno rispetto della legge. Ad ogni modo, gli aspetti sulla trasformazione dei servizi aziendali verranno chiariti con il nuovo Piano industriale e che non sono previste azioni con ricadute occupazionali nei prossimi 6 mesi. Ha anche fatto sapere che sono in programma delle assunzioni di neolaureati sia nelle sedi di Cernusco s/Naviglio, Pomezia e Bari. Ha concluso il suo intervento rendendosi disponibile al confronto con le Istituzioni e le OO.SS.

La Sottosegretaria, dott.ssa Alessandra Todde, ha preso atto del processo di trasformazione e di crescita che il Gruppo intende realizzare ma ha anche richiamato ad operare nel rispetto delle regole di questo Paese altresì dei lavoratori che hanno permesso a questa azienda di crescere.

Il dott. Antonio Genova, dopo aver palesato la disponibilità della Regione Lombardia a mettere in campo gli strumenti necessari alla formazione dei lavoratori, ha espresso grandi perplessità sulla modalità utilizzata dalla società nella gestione del personale richiamando alla opportunità e alla necessità di condividere un percorso con le Regioni interessate.

Il dott. Rocco Santochirico e la dott.ssa Biancolillo, dopo aver condiviso le osservazioni della Regione Lombardia, hanno fatto sapere che anche la Regione Puglia è disponibile a mettere a disposizione un ampio pacchetto formativo per i lavoratori. La Regione inoltre offre diversi strumenti di incentivazione a tutte le società che intendono investire nel territorio pugliese.

L’Ing. Sorial ha sottolineato che il l’avvio della procedura di licenziamento collettivo, ancorché gestita nel rispetto della legge, senza aver tentato un confronto preventivo con le Regioni e i sindacati ha creato uno “strappo” nei rapporti con le OOSS e con le Istituzioni. Occorre che l’azienda dimostri realmente di voler intraprendere un confronto ed un percorso con le istituzioni anche astenendosi dall’intraprendere ulteriori azioni unilaterali. Il tavolo sarà riconvocato dopo la presentazione del piano industriale.

 

 

 

 

 

 

 

 

 



Questa pagina ti è stata utile?

NO