Verbale di riunione - Kraft Heinz Italia (3 dicembre 2019)

Documento: Verbale di riunione
Azienda: Kraft Heinz Italia S.p.A.
Settore: Agroalimentare
Data: 3 dicembre 2019

Il 3 Dicembre 2019 si è svolto presso il Ministero dello Sviluppo economico il tavolo di monitoraggio riguardante il sito produttivo di Latina della società Kraft Heinz Italia S.p.A. All’incontro, presieduto dal Vice Capo di Gabinetto Giorgio Sorial, erano presenti Chiara Cherubini per il MiSE, Giulia Sforza e Francesca Rosati della Regione Lazio, i rappresentanti dell’azienda Andrea Budelli Continental Europe President, Pasquale Califano Site Leader e Valeria Ferrari responsabile HR, assistiti da Vespasiano Di Spirito e Corrado Felici di Unindustria. Hanno inoltre partecipato le organizzazioni sindacali nazionali e territoriali FLAI CGIL, FAI CISL e UILA UIL.

L’Ing. Sorial ha aperto l’incontro ricordando il lavoro svolto sinora dal MiSE, in sinergia con la Regione e le Organizzazioni Sindacali e l’azienda per sostenere le attività e l’occupazione dello stabilimento di Latina e ha dato la parola all’azienda per gli aggiornamenti.

L’Ing. Budelli, neo-eletto Presidente del gruppo Kraft-Heinz per l’Europa, ha riassunto i punti salienti del nuovo percorso industriale di rilancio del marchio Plasmon e delle produzioni di Latina. Nel triennio 2019-2021 sono previsti 10 milioni di investimento a supporto della nuova strategia industriale del gruppo che punta al rilancio dei prodotti Kraft-Heinz a marchio Plasmon e alla loro promozione sui mercati interni ed esteri. È stato avviato il progetto “Filiera Italiana” con il quale l’azienda si impegna a garantire, entro la prima metà del 2020, l’utilizzo di più dell’85% delle materie prime di origine italiana nonché la massima trasparenza sull’origine degli ingredienti. Tale progetto mira ad avere ricadute positive su tutta la categoria, sul brand Plasmon e di conseguenza sullo stabilimento di Latina. L’azienda ha confermato la massima attenzione al personale impiegato anche attraverso un forte impegno alla riqualificazione del medesimo in relazione alle nuove esigenze che i progetti di innovazione attualmente in essere nello stabilimento richiederanno. In relazione agli esuberi già dichiarati e comunque tenendo conto dell’andamento del mercato nel prossimo futuro, l’azienda ha confermato l’impegno a mantenere aperto il dialogo con le parti sociali e la volontà di intraprendere tutte le iniziative per limitare l’eventuale impatto sociale, anche nell'ipotesi di un proseguimento con gli strumenti già in utilizzo.

Le Organizzazioni Sindacali hanno appreso positivamente la decisione da parte della multinazionale di puntare sulle produzioni italiane, tuttavia hanno chiesto quali possono essere le ricadute occupazionali per il prossimo anno anche rispetto all’uso degli ammortizzatori sociali. Hanno inoltre chiesto maggiori dettagli sull’organizzazione del lavoro che attualmente prevede periodi di picco e periodo di poco lavoro.

La Regione Lazio ha accolto positivamente le dichiarazioni dell’azienda ed ha confermato la disponibilità a supportare le strategie aziendali con misure di sostegno al reddito e agli investimenti.

L’Ing. Sorial ha concluso l’incontro sottolineando che l’obiettivo delle parti coinvolte rimane quello di supportare lo sviluppo di un marchio e di una filiera importante per il nostro Paese, salvaguardando i livelli occupazionali del sito di Latina. Ha registrato positivamente la volontà, indicata dall’azienda, di voler mantenere inalterati i livelli occupazionali nel 2020 e ha confermato che il tavolo di monitoraggio del Ministero dello Sviluppo rimane aperto.



Questa pagina ti è stata utile?

NO