Verbale di riunione - Sanac (13 novembre 2019)

Documento: Verbale di riunione
Azienda: Sanac
Settore: Estrazione, produzione e commercializzazione di materie prime e materiali refrattari
Data: 13 Novembre 2019

Il 13 Novembre presso il Ministero dello Sviluppo Economico si è tenuta una riunione avente ad oggetto la società SANAC in Amministrazione Straordinaria. Il tavolo era presieduto dal Sottosegretario di Stato Alessandra Todde e dal Vice Capo di Gabinetto Giorgio Sorial; erano presenti Chiara Cherubini del MiSE, per la Regione Sardegna l’Assessore all’Industria Anita Pili, per la Regione Toscana Michele Beudò, per il Comune di Massa il Sindaco Francesco Persiani, per il Comune di Assemini l’Assessore al Lavoro e Sviluppo Economico Diego Corrias, per Sanac i Commissari Straordinari Piero Gnudi, Enrico Laghi, Corrado Carrubba, unitamente a Claudio Sforza, Claudio Picucci, Rosario Fazio ed Ernesto Sala. Erano inoltre presenti le Segreterie Nazionali e Territoriali delle OO.SS. Filctem-Cgil, Femca-Cisl e Uiltec-Uil e le RSU.

I Commissari Straordinari hanno dichiarato che rimane l’impegno da parte di Arcelor Mittal ed è ancora valida la proroga dei termini per la presentazione dell’offerta da parte quest’ultimo al 20 dicembre p.v. Tuttavia, qualora Arcelor Mittal non dovesse confermare l’offerta, la gestione commissariale si sta preparando alla eventuale preparazione di un nuovo bando con procedure il più possibile abbreviate. Il nuovo bando manterrebbe le stesse condizioni del precedente per quanto riguarda la cessione unitaria del complesso dei beni aziendali e il mantenimento della piena occupazione. Se dovesse verificarsi l’eventualità di un nuovo bando verrebbero riattivati i contatti con gli investitori che prima dell’inizio delle trattative con Mittal avevano manifestato interesse. Per far fronte alla diminuzione dei volumi si è fatto ricorso alla CIGS di cui si prevede un utilizzo limitato nei prossimi mesi. L’obiettivo è mantenere le produzioni al massimo dell’efficienza in attesa della cessione.

Le Organizzazioni Sindacali hanno valutato positivamente la presenza delle istituzioni territoriali e chiesto l’intervento congiunto di tutte le istituzioni per affrontare la presente fase di incertezza. Hanno sottolineato l’importanza del mantenimento dell’unitarietà, della piena occupazione e della continuità di tutti gli asset aziendali nel processo di cessione.

L’Assessore della Regione Sardegna Anita Pili ha ricordato che in Sardegna ci sono 70 posti di lavoro a rischio e che l’obiettivo primario deve essere la salvaguardia dell’occupazione e dell’impianto produttivo.

Il sottosegretario Todde ha ricordato che con la visita presso gli stabilimenti di Massa ha voluto manifestare la vicinanza del Governo ai lavoratori. Sia il Ministro dello Sviluppo Economico che il Presidente del Consiglio hanno affermato che il settore siderurgico è prioritario per il paese e il Governo sta lavorando salvaguardarlo.

L’Ing. Sorial ha concluso l’incontro precisando che il Ministero dello Sviluppo Economico continuerà a vigilare con interlocuzioni con le parti in attesa della prossima riconvocazione del prossimo tavolo di confronto in tempi brevi.



Questa pagina ti è stata utile?

NO