Verbale di riunione - IIA Industria Italiana Autobus (18 luglio 2019)

Documento: Verbale di riunione
Azienda: I.I.A. Industria Italiana Autobus S.p.A.
Settore: Produzione autobus
Numero dipendenti: 450
Data: 18 luglio 2019

In data 18 luglio 2019 presso il Ministero dello Sviluppo Economico si è svolto l’incontro riguardante la società Industria Italiana Autobus S.p.A.
La riunione è stata presieduta dal Vice Capo di Gabinetto del Ministero dello Sviluppo Economico, Ing. Giorgio Sorial.
Ha partecipato la dott.ssa Paola Capone della Struttura per le Crisi di Impresa del Ministero dello Sviluppo Economico.
Per la Regione Campania hanno partecipato il dott. Gennaro Caiazzo, in rappresentanza dell’Assessore al Lavoro e alle Risorse Umane, il geom. Alfonso Maione della Direzione Generale Attività Produttive e Sviluppo Economico.
Per la Regione Emilia Romagna hanno partecipato l’Assessore a coordinamento delle politiche europee allo sviluppo, scuola, formazione professionale, università, ricerca e lavoro, Prof. Patrizio Bianchi, e il dott. Stefano Mazzetti dell’assessorato alle attività produttive.
Per il Comune di Flumeri hanno partecipato il sindaco, Angelo Antonio Lanza, ed i consiglieri, Raffaele Masucci e Nicolino Del Sordo.
Per Industria Italiana Autobus S.p.A. hanno partecipato il dott. Giovanni De Filippis, Amministratore Delegato, ed in rappresentanza Invitalia, socio di maggioranza, il Presidente Dott. Arcuri, il prof Ernesto Somma, il dott. Paolo Praticò, dott. Roberto Rizzardo e il dott. Massimo Bonanni.
Hanno partecipato FIM-CISL, FIOM-CGIL, UILM-UIL, FISMIC, FAILMS, UGL Metalmeccanici, nazionali e territoriali, unitamente alle RSU.
Il Vice Capo di Gabinetto ha iniziato l’incontro invitando il dott. De Filippis a voler fornire aggiornamenti sullo stato di avanzamento del Piano Industriale di I.I.A., sulla situazione dei lavoratori e degli stabilimenti.
Il dott. Giovanni De Filippis, dopo aver informato i presenti della sua recente nomina ad Amministratore Delegato di Industria Italiana Autobus, ha chiarito che il Piano Industriale è in continuità rispetto al suo predecessore. In particolare, si sta continuando a lavorare per realizzare l’obiettivo di rendere la Società, come nel passato, il Polo industriale italiano di progettazione, costruzione, commercializzazione e assistenza post vendita di autobus. Ha fatto sapere che per il sito di Flumeri sono in corso di definizione i contratti per la manutenzione e l’ammodernamento dello stabilimento, propedeutici per far ripartire la produzione all’interno dello stabilimento. Il riavvio delle linee di produzione del sito campano sarà sostenuto anche dalla sottoscrizione del Contratto di sviluppo. Parallelamente sono stati avviati i Piani di training del personale che continua ad usufruire della Cigo.
I dipendenti dello stabilimento di Bologna, invece, sono tutti rientrati dalla Cassa integrazione.
In merito al riassetto societario, rimane aperta la ricerca di un nuovo partner industriale, in grado di portare all’azienda un valore aggiunto sia in termini di tecnologia che di know how nel settore dei mezzi ecosostenibili, completando con 9 milioni di euro da sottoscrivere per il 30% delle quote inoptate, dopo l’aumento di capitale sottoscritto il 29 gennaio, per giungere alla definizione della proprietà.
Il Dott. De Filippis ha altresì fatto sapere che in questi giorni si sta procedendo alla consegna dei Bus per il Comune di Roma Capitale, seguita dalla consegna di quelli per il Comune di Genova. Si sta lavorando per accelerare le consegne previste per fine anno.

Per Invitalia ha preso la parola il dott. Roberto Rizzardo il quale è passato immediatamente ad illustrare ogni aspetto relativo allo stato di avanzamento del Piano Industriale. In particolare, i principali obiettivi, con il relativo stato di avanzamento, che la nuova proprietà si è data sono:
1) l’implementazione di un adeguato piano di investimenti volto al revamping dello stabilimento di Flumeri, sostenuto anche dal Contratto di Sviluppo sottoscritto da I.I.A. con Invitalia; a tal fine è stata inoltrata ad Invitalia la proposta di variazione del Contratto di Sviluppo, con un investimento complessivo aumentato a 30,8 milioni di euro rispetto ai circa 24 milioni di euro del precedente Contratto di Sviluppo (oltre agli interventi infrastrutturali propedeutici alla produzione che prevedono: la costruzione della linea per la costruzione anche delle scocche in Italia, il ripristino della Cataforesi – unico impianto in Italia – e della verniciatura; il riallestimento della linea montaggio con una linea per DSL&CNG e una per mezzi a trazione elettrica) per dare effettiva concretezza al polo industriale per la produzione di autobus in Italia, estendendo l’offerta ed ampliando i mercati obiettivo, nonché sostenendo l’internalizzazione della produzione.
2) Ripristino delle relazioni con il sistema bancario al fine di sostenere attività correnti e programma di investimenti. In merito si sono riscontrate notevoli difficoltà nel dialogo con il sistema bancario, comunque la problematica è ora in corso di soluzione
3) Consegne e programma di insourcing della produzione, in merito si evidenzia che nei primi sette mesi del 2019 il 25% della produzione è stata realizzata in Italia (obiettivo del P.I.) a fronte del 15% nel 2018;
Il Vice Capo di Gabinetto, ing. Giorgio Sorial, ha accolto positivamente i dati rappresentanti e sebbene vi sia ancora tanto da lavorare, ha chiarito, si è registrata una forte rottura, di segno positivo, rispetto al passato. Ha auspicato che il nuovo e futuro socio possa portare nuove idee e nuovi progetti anche nel campo dell’elettrico.
Le OO.SS., dopo aver dato atto di un cambiamento positivo rispetto alla gestione passata e del buon lavoro svolto fino ad ora dall’azienda, hanno richiesto dei chiarimenti su alcuni aspetti. In particolare, se il termine del 31 luglio per la presentazione delle offerte da parte di potenziali investitori. Hanno auspicato, inoltre, che il nuovo investitore non sia un fondo di investimento altresì che tutti lavori possano ricominciare a lavorare entro il 31 dicembre 2019.
Le OO.SS. hanno chiesto sia un programma di verifiche sui lavori nello stabilimento avellinese sia degli interventi sullo stabilimento di Bologna. Hanno chiesto che si investa sui lavoratori, in ricerca e sviluppo, che venga potenziata l’area commerciale, per rendere solido il percorso di rilancio, a partire dalla produzione di autobus elettrici.

Per la Regione Emilia Romagna è intervenuto l’Assessore Patrizio Bianchi il quale, dopo aver riconosciuto l’importanza del lavoro svolto fino ad ora dalla nuova Proprietà, ha auspicato che si investa in R&D e ha confermato il proprio sostegno agli investimenti in produzione.
Per la Regione Campania ha preso la parola il dott. Caiazzo il quale ha accolto positivamente lo scenario rappresentato dall’azienda. Ha sottolineato che Regione ha concordato con l’azienda messo in campo le Politiche attive del lavoro per la formazione del personale ed ha auspicato che i lavoratori di Flumeri possano presto essere tutti richiamati dalla Cigo. Questo sarà in ogni caso possibile solo a condizione che si concluda la ristrutturazione del sito campano.
Il Sindaco del Comune di Flumeri, Angelo Antonio Lanza, ha chiesto se il termine di presentazione delle offerte sia perentorio ed ha fatto sapere che il Comune metterà in campo i propri strumenti per favorire la ripartenza della produzione anche attraverso l’abbassamento della Tari.
L’A.D., dott. De Filippis, ha fatto sapere che il tema R&D è di grande importanza per la Società e farà senz’altro parte del futuro Piano Industriale. Il termine del 31 luglio per la presentazione delle offerte non è perentorio.
Il Vice Capo di Gabinetto, ing. Giorgio Sorial, ha sottolineato che la nuova compagine societaria ha già prodotto un netto cambiamento positivo rispetto al passato nella gestione dell’azienda, consentendo di avviare il rilancio di un marchio storico del nostro Paese e del percorso per la realizzazione di un polo italiano di produzione di autobus. L’ingresso di nuovi partner nella compagine societaria dovrà essere un valore aggiunto per I.I.A. Rispetto ai precedenti incontri sono stati fatti molti passi avanti e ciò è stato possibile grazie alla collaborazione continua di tutti i presenti. Il tavolo sarà riconvocato per successivi aggiornamenti.

 



Questa pagina ti è stata utile?

NO