Verbale di riunione - Semitec (17 aprile 2019)

Documento: Verbale di riunione
Azienda: Semitec S.r.l.
Settore: Installazione e manutenzione di infrastrutture per telefonia mobile
Numero dipendenti: 350
Data: 17 aprile 2019

In data 17 aprile 2019 presso il Ministero dello Sviluppo Economico si è tenuto l’incontro riguardante la società Semitec S.r.l. La riunione è stata presieduta dalla dott.ssa Paola Capone della Struttura per le Crisi di Impresa del Ministero dello Sviluppo Economico. Per la Semitec S.r.l. hanno partecipato l’Ing. Giuseppe Incarnato, Amministratore Delegato e Presidente, il Dott. Giuseppe Esposito, Vice Direttore Generale, la Dott.ssa Turan Sadigi, Responsabile Risorse Umane.
Sono intervenute le OO.SS. Fim-Cisl, Fiom-Cgil e Uilm-Uil, sia nazionali che territoriali, unitamente alle rispettive R.S.U.

La dott.ssa Paola Capone, con l’accordo dei presenti, ha dato la parola alle OO.SS. per le opportune osservazioni sullo stato di attuazione del Piano Industriale.
Le OO.SS. hanno chiesto ai rappresentanti aziendali di voler fornire maggiori chiarimenti sui seguenti aspetti:

  • il cambio dei vertici societari, annunciato in un recente evento aziendale, di cui non si conosce alcun dettaglio;
  • i carichi di lavoro attuali e quelli futuri con richiesta di specificare la scadenza delle commesse Ericsson e se siano state avviate trattative per il rinnovo, allo scopo di fornire una visione sul futuro della società e dei lavoratori;
  • problema delle trasferte (sia giornaliere che sul lungo periodo). Le OO.SS. hanno fatto sapere che i dipendenti sono costretti ad anticipare le spese per il carburante, pertanto hanno chiesto che la società voglia introdurre una contabilizzazione immediata delle spese di trasferta;
  • riguardo l’ingresso di QUALTA in SEMITEC, hanno chiesto di conoscere i riflessi determinati da questo passaggio quali le ripercussioni sui carichi di lavoro, se la società ha intenzione di attuare una “regionalizzazione” di pezzi di azienda, se con l’ingresso in Semitec di Qualta trasmigrano anche le attività in capo alla seconda;
  • sul sistema di gestione delle presenze la cui assenza è stata denunciata dai lavoratori;
  • sui ritardi nel versamento dei contributi sul FONDO COMETA;
  • lo stato delle previste assunzioni in Veneto;
  • i ritardi riscontrati nella consegna del parco auto.


Per la Semitec S.r.l. ha preso la parola l’Ing. Giuseppe Incarnato il quale, prima di rispondere alle domande poste dalle OO.SS., ha brevemente esposto alcuni aspetti fondamentali del Contratto Integrativo aziendale in fase di approvazione. Il Contratto reca un ampio progetto che comprende non poche tutele a favore dei lavoratori. In particolare, contempla la tutela della donna in maternità attraverso l’elaborazione del “Progetto Donna Smart Working”, necessario vista la presenza in azienda di circa 75 donne lavoratrici; la materia del Ramo Morte, dello sviluppo del sistema Sicurezza-Salute, riguardo le trasferte a corto raggio e i pernottamenti, si è puntato allo snellimento delle procedure.
L’ing. Incarnato ha affrontato le tematiche sottoposte dalle OO.SS.

  • In merito al riordino aziendale ha chiarito che sarà costituito un nuovo CDA (tre/cinque membri) di cui Egli rimarrà presidente. Vi sarà un nuovo Amministratore Delegato. La modifica del modello organizzativo si è resa necessaria per effetto del rafforzamento di Semitec, come è dimostrato anche dall’ingresso di nuovi manager a partire da luglio 2019.
  • In merito ai carichi di lavoro ha specificato che sono stati individuati i processi e si sta investendo sulla sicurezza del lavoro e su una capillare formazione tecnica. Purtroppo si registra il permanere del fenomeno della “squadra fantasma”, meccanismo adottato nei sub, sub-appalti, che permette di abbassare il costo dell’attività; è un fenomeno grave a cui si sta facendo fronte utilizzando tutti gli strumenti disponibili.
  • Riguardo le commesse, a giugno 2019 scadrà il contratto manutenzioni “Vodafone”, costituente il 15% del fatturato, che probabilmente sarà prorogato fino a dicembre. La società sta facendo molti sforzi per acquisire nuove commesse e, contrariamente al passato, ha deciso di adottare una strategia commerciale “aggressiva”. Nuove prospettive si stanno concretizzando con TELECOM e HUAWEI. In sintesi, non dovrebbero esserci preoccupazioni per quanto riguarda le commesse, infatti si sta incrementando il personale con addetti al ramo idraulico e al ramo edilizio. L’attività più lucrosa è sempre quella di installazione, anche nel mercato dei privati. L’azienda ha 350 dipendenti. La SEMITEC, nella logica di diversificare, sta cercando di entrare nel settore privato. Si stanno concretizzando opportunità di lavoro con NOKIA ed EOLO.
  • Sul tema delle trasferte ha chiarito che verranno gestite tramite la contrattazione integrativa che verrà firmata oggi. È già attivo un fondo cassa presso ogni sede che potrà essere utilizzato per il pagamento in anticipo delle spese di trasferta. Ha, altresì, fatto sapere che sono state assunte nuove persone in Campania, Lazio, Sicilia (Catania), Puglia (Bari). Il centro di formazione sarà fra Roma e la Campania. Al momento le sedi di Sardegna, Umbria e Toscana sono un po’ in sofferenza. La Semitec è entrata anche nel mercato delle colonne elettriche nel quale manca il personale pertanto si sta sviluppando il progetto delle squadre mobili nel Veneto. In sintesi, l’azienda ha chiuso l’ultimo trimestre con un utile determinato perlopiù da Ericsson e Qualta e con l’ampliamento del contratto Nokia.
  • Rispetto al tema della gestione delle presenze, ha fatto sapere che sarà adottato un nuovo sistema gestionale poiché quello adottato fino ad ora è estremamente deficitario. Sarà in ogni caso necessaria la firma del foglio presenze, presso ogni filiale, che verrà inviato ala sede centrale per l’inserimento dei dati nel sistema ALYANTE”.
  • Per il pagamento del “Fondo Cometa” sarà necessario stabilire l’esatto ammontare del debito complessivo e tal fine si sta procedendo al ricalcolo dell’intero debito generato già in capo alla Siram.
  • La flotta aziendale è costituita da 40 furgoni di proprietà e altri 40 in noleggio.
  • L’ing. Incarnato ha affrontato la questione della regionalizzazione aziendale chiarendo che non vi è alcuna logica di ricorrere al cosiddetto spezzatino

Le OO.SS. hanno ribadito le proprie perplessità sulle continue trasformazioni in atto all’interno di Semitec ed in modo particolare sulla costituzione di società controllate di Semitec. Per questa ragione si rende sempre più importante procedere a tavoli di monitoraggio frequenti.

La dott.ssa Paola Capone ha espresso preoccupazione per le operazioni societarie in corso ed ha inviato Semitec a rispettare il piano industriale presentato in ambito ministeriale in modo che si possa garantire la continuità produttiva ed il livello occupazionale. L’incontro è stato aggiorno al prossimo 9 luglio.

 

 

 



Questa pagina ti è stata utile?

NO