Verbale di riunione - CSP (16 aprile 2019)

Documento: Verbale di riunione
Azienda: CSP S.p.A.
Settore: Consulenza informatica
Numero dipendenti: 130
Data: 16 aprile 2019

In data 16 aprile 2019 presso il Ministero dello Sviluppo Economico si è svolto l’incontro riguardante la società CSP S.p.A. Alla riunione, presieduta dalla dott.ssa Paola Capone della Struttura per le Crisi di Impresa del Ministero dello Sviluppo Economico, ha partecipato la Dott.ssa Monica Guglielmi in rappresentanza dell’On. Ingegner Davide Crippa, Sottosegretario al Ministero dello Sviluppo Economico.
La Csp S.p.A. è stata rappresentata dal Dott. Andrea Angelino in qualità di Vicepresidente, assistita dalla dott.ssa Claudia Pellecchia di Unindustria.
Sono intervenute le OO.SS. Fim-Cisl, Fiom-Cgil, sia nazionali che territoriali, unitamente alle rispettive R.S.U. ed R.S.A.

La dott.ssa Paola Capone ha iniziato l’incontro invitando l’azienda a fornire ogni aggiornamento in merito alle procedure di cui agli artt. 182 bis (accordo di ristrutturazione del debito) e 182 ter (transazione fiscale) altresì sullo stato di pagamento delle competenze ai lavoratori.
Il dott. Andrea Angelino ha informato i presenti che la Società ha eccepito l’incompetenza territoriale del Tribunale di Torino, poiché a seguito del cambio di sede legale la competenza è passata in capo al tribunale di Napoli; a seguito di ciò ha motivo di ritenere che a breve i conti correnti verranno dissequestrati consentendo all’azienda di acquisirne la piena disponibilità in modo da procedere al pagamento dello stipendio ai dipendenti che sono in arretrato di due mensilità. In tal caso i conti verranno sbloccati entro i successivi 20 giorni.
In merito alla procedura di Transazione fiscale, ex art. 182 ter, legge fallimentare, il dott. Angelino ha fatto sapere di aver presentato le fideiussioni a garanzia del Piano presso l’Agenzia delle Entrate Competente di Roma. È stata anticipata l’esistenza di un soggetto interessato all’affitto di un Ramo d’Azienda. Il nominativo verrà reso noto a seguito del presumibile, a suo avviso, esito positivo della istanza di transazione fiscale ex art. 182 ter, legge fallimentare, su cui l’Agenzia delle Entrate si pronuncerà intorno al 5 maggio 2019.
Riguardo la procedura di cui all’art. 182 bis legge fallimentare, ha fatto sapere che la competenza è passata in capo al tribunale di Napoli al quale è stata già presentata istanza di sospensione delle azioni esecutive, debitamente iscritta anche nel Registro delle Imprese il 23 marzo 2019.

I presenti hanno dichiarato di essere a conoscenza della cessazione dell’incarico di Amministratore Giudiziario, conferito al dott. Paolo Cacciari.
Le OO.SS. hanno richiesto maggiori chiarimenti sul potenziale investitore. Hanno, altresì, riferito di aver ricevuto notizia da parte dei lavoratori del pagamento degli stipendi a solo parte dei lavoratori cessati.
Il dott. Angelino ha chiarito che i pagamenti in questione sono stati effettuati seguendo l’ordine cronologico di uscita dei lavoratori; il primo marzo è stata effettuata la prima tranche di pagamenti pari a 548.000€.
Le OO.SS., in base a quanto riferito dai loro iscritti, hanno obiettato che il criterio seguito dall’azienda sia stato quello dell’anzianità di servizio aggiungendo che a molti lavoratori non è stato ancora accreditato alcun emolumento.
Il dott. Angelino ha ribadito che la CSP ha effettuato i pagamenti fino a che vi è stata la disponibilità dei fondi.
Le OO.SS., esibendo la documentazione in loro possesso, hanno evidenziato che gli importi delle CU di alcuni lavoratori differiscono da quelli indicati nelle CU l’azienda ha inviato alla Agenzia delle Entrate.
Il dott. Angelino ha proceduto a verificare il dato telefonando la dott.ssa Francescangeli, consulente del lavoro di CSP, la quale ha confermato quanto dichiarato dalle O.O.S.S. ma ha precisato che tale incongruenza è stata rettificata con un successivo invio delle CU all’Agenzia delle Entrate, di cui ancora non vi è evidenza.
La dott.ssa Paola Capone ha invitato il dott. Angelino a fornire maggiori dettagli sull’operazione di affitto del ramo di azienda.
Il dott. Angelino ha comunicato che l’affitto, con successiva cessione, riguarderà il ramo sanità. Al termine di tale operazione il marchio CSP sarà abbandonato. Ha anticipato che il nuovo acquirente, di cui non è possibile anticipare nulla per motivi di riservatezza, si occupa di produzione di macchinari di automazione industriale.
Le OO.SS. presenti hanno manifestano una forte preoccupazione sulle vicende societarie. Hanno denunciato il mancato rispetto del CCNL da parte di CSP e, in particolare, che i lavoratori da due mesi non percepiscono lo stipendio, l’indennità di trasferta, il pagamento dei buoni pasto.
La dott.ssa Paola Capone, preso atto della difficile situazione in cui versa l’azienda, ha espresso forti perplessità su alcune informazioni fornite da parte del dott. Angelino. In particolare, ha chiarito che, contrariamente a quanto asserito da parte della società, l’accoglimento dell’eccezione di incompetenza territoriale non comporta l’automatico dissequestro dei conti correnti societari. Tale dato che ad oggi non trova alcun riscontro dovrà essere verificato con apposita documentazione. Pertanto ha richiamato il rappresentante di CSP alla correttezza di informazioni. La dott.ssa Capone ha confermato l’impegno del MISE di continuare a monitorare l’evolversi delle vicende societarie, pertanto, ha aggiornato la riunione al prossimo 16 maggio.



Questa pagina ti è stata utile?

NO