Verbale di riunione dell'11 febbraio 2019 - Candy Hoover Group

Lunedì, 11 Febbraio 2019

Documento: Verbale di riunione
Azienda: Candy Hoover Group S.r.l.
Occupati: 850
Settore: Elettrodomestici
Data: 11 febbraio 2019

Il giorno 11 febbraio 2019, presso il Ministero dello Sviluppo Economico, si è tenuta una riunione riguardante la società Candy Hoover Group S.r.l. All’incontro hanno partecipato il sottosegretario allo Sviluppo Economico Miche Geraci, Maria Rosaria Berardinetti della segreteria del sottosegretario Geraci, Chiara Cherubini del Ministero dello Sviluppo Economico, Roberto Roncalli, Direttore Risorse Umane Gruppo Haier Candy Europa, Marco Sciuccati, Direttore Risorse Umane Candy e Sergio Miglino, Responsabile Relazioni Sindacali Candy. Hanno partecipato inoltre le segreterie nazionali e territoriali di Fim-Cisl, Fiom-Cgil, Uilm-Uil e Ugl metalmeccanici, unitamente alle RSU.

Il Prof. Geraci ha ricordato che presso il Ministero dello Sviluppo Economico è attiva la Task Force Cina, presieduta da MiSE e Maeci e che coordina le istituzioni dei due paesi con l’obiettivo di uno scambio di informazioni commerciali per favorire percorsi di promozione imprenditoriale e internazionalizzazione. A questo fine ha ricordato che tra pochi gironi ci sarà la riunione del G to G Italia Cina ed invitato le parti presenti al tavolo a fare eventuali istanze riguardo alla recente acquisizione del Gruppo Candy dal colosso cinese Haier.

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha ricordato che nel corso della precedente riunione presso il MiSE si era stabilito, concordemente con i soggetti presenti, di riconvocare il tavolo di confronto ministeriale entro breve tempo per avere visibilità del piano industriale del Gruppo Candy e in particolare delle sede di Brugherio, e del piano occupazionale nel medio lungo periodo.

Le Organizzazioni Sindacali hanno espresso preoccupazione per la mancanza di visibilità del piano industriale, sull’andamento futuro dei volumi e sulla tenuta degli accordi firmati a settembre con la precedente proprietà che prevedevano un minore utilizzo di ammortizzatori sociali e alla scadenza della cassa integrazione il prossimo settembre, una diversa organizzazione del lavoro con un orario di lavoro ridotto.

I rappresentanti dell’azienda hanno ricordato che il nuovo amministratore delegato si è insediato l’8 gennaio u.s. e il piano industriale che prevede la riorganizzazione del Gruppo e l’integrazione di alcune attività con il trasferimento della sede europea a Brugherio è in corso di elaborazione. Hanno proposto il rinvio della riunione del tavolo di confronto ad un periodo successivo ai primi 100 giorni di insediamento a partire dal closing -- che è avvenuto lo scorso 4 gennaio -- necessari per effettuare la riorganizzazione e l’integrazione delle attività e per poter assicurare la presenza del nuovo amministratore delegato. Hanno inoltre confermato l’intenzione della nuova proprietà di rispettare gli impegni presi nell’accordo tra le parti di settembre 2018.

Il dott. Bianchessi ha precisato che il prossimo 13 febbraio ci sarà un incontro presso la sede di Polis Lombardia nell’ambito del monitoraggio degli ammortizzatori sociali in corso, auspicando che ci sia alla fine del loro utilizzo l’azzeramento totale degli esuberi.

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha invitato l’azienda a dare disponibilità a presenziale insieme al nuovo amministratore delegato ad un incontro del tavolo tecnico ministeriale in tempi più brevi di quelli indicati, presentando un piano industriale di medio lungo periodo. Ha chiesto ai rappresentanti dell’azienda presenti di farsi portavoce delle richieste del Ministero e delle parti sociali emerse nel corso dell’incontro nei confronti della nuova proprietà.



Questa pagina ti è stata utile?

NO