Verbale di riunione del 16 gennaio 2019 - CMC

Documento: Verbale di riunione
Azienda: CMC cooperativa di Ravenna
Settore: Edilizia
Data: 16 gennaio 2019

Il 16 gennaio 2019 si è svolto presso il Ministero dello Sviluppo Economico l’incontro riguardante lo stato di crisi dell’azienda CMC. L’incontro era presieduto dal Vice Capo di Gabinetto Giorgio Sorial. Erano presenti Giampietro Castano responsabile della Struttura per la crisi di impresa del Ministero dello Sviluppo Economico, Chiara Cherubini del Ministero dello Sviluppo Economico, l’assessore Palma Costi della Regione Emilia Romagna, i commissari giudiziali Luca Mandrioli e Andrea Ferri, il presidente CMC Alfredo Fioretti, il Direttore Generale Paolo Porcelli, il Direttore del personale Diego Liuzzo, il Direttore Costruzioni Italia Marco Travanini, il Responsabile HR Silvano Baldacci, assistiti dagli avvocati Rosario Salonia e Giudo Palombi e dalla consulente del lavoro Daniela Zannoni. Erano inoltre presenti le delegazioni nazionali e territoriali di FILLEA-CGIL, FILCA-CISL, FENEAL-UIL.

I rappresentanti della cooperativa hanno precisato che il 4 dicembre 2018 è stata presentata istanza di concordato ex art 161 L.F. a causa di un forte indebitamento. Il 7 dicembre 2018 il Tribunale di Ravenna ha ammesso l’azienda alla procedura concordataria con riserva assegnando il termine di 60 giorni per la presentazione del piano concordatario. Il piano concordatario è in corso di elaborazione; l’azienda non esclude che verrà chiesta al tribunale una proroga dei termini di presentazione del piano.
La cooperativa ha un portafoglio ordini di oltre 4,5 miliardi e il piano concordatario sarà orientato verso il mantenimento nel perimetro aziendale del maggior numero di cantieri possibili, sia in Italia, sia all’estero, compresi anche i cantieri in Sicilia e a questo fine si sta lavorando congiuntamente per trovare soluzioni condivise.
Verrà fatta istanza di cassa interazione per crisi sia per gli addetti della cooperativa sia per quelli delle consortili partecipate Bolognetta S.c.p.a. ed Empedocle 2 S.c.p.a.

Le Organizzazioni Sindacali hanno segnalato l’importanza della salvaguardia delle attività di tutto il perimetro aziendale ed occupazionale, evitando eventuali blocchi o stalli di commesse che potrebbe avere gravi conseguenze dal punto di vista industriale ed occupazionale. Hanno inoltre rappresentato le gravi difficoltà del settore chiedendo al governo di affrontarne le problematiche in un tavolo specifico.

L’ing. Sorial ha concluso l’incontro con l’auspicio che vengano erogati i pagamenti delle spettanze arretrate previa autorizzazione del Tribunale. Ha precisato che il Ministero sta interloquendo con le società del settore coinvolte per lavorare congiuntamente ad una soluzione condivisa finalizzata alla continuità di tutte le attività della cooperativa. Ha inoltre precisato che a breve verrà insediato un tavolo di settore presso il MiSE a cui prenderanno parte anche il MIT e il Ministero del Lavoro, insieme a sindacati e alle associazioni di settore.



Questa pagina ti è stata utile?

NO