Verbale di incontro Società Vestas

In data 8 Settembre 2015 presso il Ministero dello Sviluppo Economico, si è tenuto un incontro riguardante la Società Vestas. 

Alla riunione erano presenti la Dr.ssa Manuela Gatta del Mise, il Dr. Mirko Donis e l’Avv. Enrico Claudio Schiavone in rappresentanza di Vestas Italia e Vestas Blades, le OO.SS. territoriali FIOM CGIL, FIM CISL, UILM UIL e le RSU.
L’incontro è stato convocato per fare il punto sulla situazione della Vestas a seguito dell’incontro tenutosi presso il Mise in data 14 luglio scorso.

L’avv. Schiavone ribadisce l’impegno di Vestas Blades a formulare proposte occupazionali a numero di 3 operai entro la scadenza del periodo di Cassa (30 dicembre 2015). Il Dr. Donis ha aggiunto quale ulteriore sostegno alla risoluzione della residua problematica di Nacelles, che formulerà una ulteriore proposta occupazionale specifica, per una unità da parte di Vestas Italia.

Dichiara inoltre che per Vestas Nasell in Liquidazione l’incentivazione all’esodo concordata nell’accordo del 2013 fino al 30 settembre 2015 verrà incrementata di numero 3 mensilità di paga base secondo i parametri previsto dall’Accordo 2013. Quindi rispetto all’incontro del luglio 2015 presso il Mise le proposte fatte dall’azienda riducono al numero di 10 unità il personale non ricollocabile.

Le OOSS hanno inizialmente richiamato l’incontro tenutosi presso Confindustria Taranto in Luglio 2015 in cui Vestas Blades avrebbe completato l’esame delle proposte occupazionali agli operai entro settembre, accusando così ritardi nelle assunzioni degli 5 operai, ribadiscono inoltre con fermezza che non sia accettabile che alla luce dell’attuale stato produttivo che vede Vestas Blades utilizzare un ingente numero di lavoratori somministrati, non vengano ricollocati tutti i lavoratori provenienti dal bacino Nacelles. Le OOSS ribadiscono la necessità di un coinvolgimento della Regione alla questione.

Le OOSS hanno proposto che i lavoratori non ricollocabili siano destinatari di proposte occupazionali con soluzioni alternative (da proporre entro il 28.9.15). Le OOSS esprimendo insoddisfazione in quanto il verbale del giorno 11 Novembre 2013 non è stato rispettato dichiarano che la vertenza rimane aperta e ne chiedono una urgente convocazione.

Vestas Blades precisa che le proposte formulate nell’ambito dell’accordo attengono a contratti a tempo determinato mentre tutti i somministrati sono utilizzati sulla scorta di contratti temporanei per esigenze temporanee legate all’attuale stato del picco produttivo.

In conclusione il Mise conferma che il risultato ottenuto dall’Accordo è da considerarsi positivo chiede proprio per questo all’azienda di fare tutte le verifiche al proprio interno al fine di ottenere il massimo risultato. In conclusione su richiesta delle parti il Mise convocherà un nuovo incontro




Questa pagina ti è stata utile?

NO