Verbale di riunione - Colussi S.p.A. - sito di Imperia

Martedì, 30 Giugno 2015

In data 18 giugno 2015 si è tenuto presso il MiSE un incontro per la verifica delle problematiche dello stabilimento di Imperia della Colussi S.p.A. Alla riunione hanno preso parte la dr.ssa Cherubini del Ministero dello Sviluppo Economico, il dr. Oliveri in rappresentanza della Regione Liguria, il Sindaco di Imperia Carlo Capacci, il direttore di Confindustria Imperia dr. Della Pietra, i dottori Moriconi e Falconi di Colussi S.p.A., Paolo della Pietra di Confindustria Imperia, e le Organizzazioni Sindacali nazionali e territoriali di FLAI, FAI e UILA, unitamente alle RSU.

L’azienda ha aperto l’incontro ribadendo ancora una volta che la produzione della pasta ad Imperia continuerà, secondo gli accordi presi presso il Ministero dello Sviluppo Economico, almeno fino al 30 giugno 2016 e dichiarando che per i dipendenti dello stabilimento di Imperia, dove proseguono tuttora le attività di produzione della pasta con il marchio Agnesi, è stato stipulato, lo scorso 8 gennaio 2015, un contratto di solidarietà per la durata di 12 mesi.
Il dr. Falconi ha anche richiamato l’impegno al rinnovo del contratto integrativo e al mantenimento dei livelli occupazionali eventualmente con l’ausilio degli ammortizzatori sociali.
L’azienda ha inoltre confermato l’impegno a portare avanti il progetto cosiddetto “primo piatto”, a cui aveva accennato anche nel corso dell’ultimo incontro che svoltosi presso il Ministero dello Sviluppo Economico lo scorso dicembre 2014.
Il progetto suddetto prevede la collaborazione della Regione Liguria, presso la quale è tuttora aperto il tavolo con i vertici Colussi. Si tratta di un progetto di produzione di nuovi prodotti tipici locali, succedanei della pasta e per il “primo piatto” come ad esempio i sughi pronti, che verranno commercializzati con il marchio Agnesi sia in Italia sia all’estero. A questo fine è stato avviato un progetto di collaborazione con l’università di Pollenzo per la ricerca sulla produzione di tipicità liguri di alta gamma, (compresi il panificato e il dolciario, specialità di Colussi).
Inoltre, sempre per sviluppare il progetto “primo piatto” verranno avviate collaborazioni e partnership a vari livelli con aziende agroalimentari di prodotti tipici liguri.

L’azienda ha dichiarato la volontà di investire sul marchio Agnesi circa 13 milioni e 600 mila euro. Per il rilancio del marchio lo scorso 18 maggio, in connessione con Expo di Milano, è stata avviata una campagna pubblicitaria nella zone geografiche in cui Agnesi è più presente. E’ stato inoltre fatto il restyling dello storico marchio Agnesi e del packaging.
Infine, al fine di valorizzare lo storico stabilimento di Imperia, Colussi potrebbe farne una delle sedi dei suoi centri di ricerca e inoltre, sempre per impiegare parti dello stabilimento che potrebbero altrimenti rimanere inutilizzate, potrebbe anche pensare all’eventuale apertura di un museo della pasta, utilizzando materiale di archivio già disponibile.
L’azienda ha concluso l’esposizione dei progetti di rilancio del sito di Imperia con il marchio Agnesi chiedendo il supporto e la collaborazione delle istituzioni centrali e locali.

Le OO.SS. nazionali presenti hanno preso atto degli impegni dell’azienda a portare avanti il progetto di rilancio del marchio Agnesi e di reindustrializzazione del sito di Imperia, esprimendo tuttavia preoccupazione per la fase successiva alla data del 30 giugno 2016, data oltre la quale esisterebbe la concreta possibilità dell’interruzione della produzione di pasta Agnesi ad Imperia. Le OO.SS. hanno concluso accordi per contratti di solidarietà per far fronte al problema dei costi, con l’obiettivo di mantenere il livello dell’occupazione invariato.
I sindacati auspicano che la produzione della pasta continui ad Imperia anche oltre il 30 giugno 2016.
Le organizzazioni sindacali hanno inoltre chiesto l’impegno del Minietero dello Sviluppo Economico a monitorare il progetto di reindustrializzazione di Colussi su Imperia non soltanto con il tavolo tecnico di confronto, ma anche facendosi parte attiva di supporto al progetto, incontrando anche le eventuali aziende che entreranno in partnership con Colussi per la realizzazione del progetto ed eventualmente intervenendo col politiche di sostegno.

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha raccolto l’invito dei sindacati a seguire lo sviluppo delle attività del sito di Imperia con il tavolo tecnico di confronto ed è disponibile ad attivare tutti gli strumenti disponibili per supportare il progetto di reindustrializzazione di Colussi sul sito di Imperia.

 



Questa pagina ti è stata utile?

NO