Verbale di incontro impianto SAPA di Fossanova (Lt)

Giovedì, 25 Giugno 2015

Il giorno 25 giugno 2015 si è svolto presso il Ministero dello sviluppo economico un incontro riguardante l’impianto SAPA di Fossanova (LT).

All’incontro erano presenti la dr.ssa Cherubini del Ministero dello Sviluppo Economico, il manager di Fossanova Dr. Bracesco, il direttore del personale dr. Luca Poisetti e i rappresentanti dei sindacati di Fiom, Fim, Uilm e UGL metalmeccanici nazionali e territoriali.

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha richiamato sia gli impegni presi dall’azienda a favorire la reindustrializzazione del sito di Fossanova, attivando specifiche iniziative finalizzate alla ricerca di nuovi investitori, sia gli impegni presi dalle Organizzazioni Sindacali a garantire la piena agibilità del sito rimuovendo tutti gli ostacoli diretti e indiretti che potessero limitare tale agibilità, il Ministero ha altresì dichiarato di essere venuto a conoscenza dell’interesse di potenziali investitori sul sito di Fossanova. Al termine di un’ampia discussione le parti hanno dichiarato quanto segue.

I rappresentanti di SAPA hanno preso atto di quanto comunicato dal Ministero e dichiarato che i vertici norvegesi dell’azienda hanno deciso di sospendere ogni trattativa in corso con potenziali investitori e di non iniziare nessuna altra trattativa riguardante il futuro dell’impianto di Fossanova fino a quando il presidio dei lavoratori dello stabilimento non avrà fine e inoltre finchè le cause legali in corso non verranno definite.

Le OO.SS. hanno tutte confermato la piena disponibilità ad un tavolo di confronto con potenziali investitori interessati a rilevare il sito di Fossanova che abbiano interesse ad iniziare una concreta trattativa per la acquisizione del sito. Le OO.SS. hanno altresì chiesto al Ministero dello Sviluppo Economico di convocare urgentemente un tavolo di confronto tra le parti sociali e i potenziali investitori interessati al sito di Fossanova.

La FIOM CGIL ha inoltre dichiarato di aver rispettato gli impegni assunti nel verbale dell’incontro svoltosi presso il MiSE il 9 ottobre 2014, ovvero di aver rimosso tutti gli ostacoli diretti e indiretti che potevano limitare l’agibilità del sito non avendo mai impedito a potenziali investitori l’accesso al sito per i necessari sopralluoghi.

A questo punto il Ministero dello Sviluppo Economico ha richiamato la dichiarazione del MiSE 24 novembre 2014 ed ha sollecitato le OO.SS. a rimuovere ogni ostacolo che impedisce la piena disponibilità di ogni parte dello stabilimento da parte della proprietà.

Letto, confermato e sottoscritto:

Ministero dello Sviluppo Economico
SAPA
FIOM
FIM
UILM
UGL Metalmeccanici




Questa pagina ti è stata utile?

NO