Verbale di riunione Serti S.p.A.

Mercoledì, 03 Dicembre 2014

 Il 3 dicembre 2014 si è svolta una riunione per la verifica delle problematiche di Serti S.p.A.  Alla riunione erano presenti Chiara Cherubini dell’Unità Gestione Vertenze del Ministero dello sviluppo economico, il Commissario Straordinario di Tributi Italia Luca Voglino, Paola Ciccarelli dell’ufficio Amministrazione Straordinaria del Ministero dello Sviluppo Economico, l’Assessore al Lavoro Enrico Vesco, Sonarughi, Menichella, Chianese e Zuppante in rappresentanza della direzione aziendale di Serti S.p.A. e le Organizzazioni Sindacali nazionali e territoriali di Filcams CGIL, Fisascat CISL, UILTuCS e UGL TERZIARIO nazionali e territoriali, unitamente alle RSU.

I rappresentanti di Serti hanno illustrato i contenuti della relazione semestrale che prevede un piano di ricognizione del debito e il pagamento delle mensilità non ancora corrisposte ai dipendenti a dicembre, in particolare, la mensilità di agosto verrà pagata entro il 15 dicembre e la mensilità di settembre entro il 31 dicembre 2014, sottolineando che la Serti non è responsabile per le mensilità in capo a Tributi Italia e non ancora corrisposte dall’Amministrazione Straordinaria.

I rappresentanti di Serti hanno inoltre illustrato difficoltà, finanziarie, operative e commerciali e dichiarato che al momento della cessione prevedevano di acquisire più committenti da Tributi Italia.

Il Commissario Straordinario ha chiarito che le condizioni contrattuali del perimetro di cessione sono state specificate dettagliatamente nel contratto di vendita ed erano ben note a Serti quando ha deciso di rilevare Tributi Italia.

L’Assessore Vesco ha chiesto che vengano pagati gli stipendi arretrati di molti mesi dovuti per la maggior parte da Tributi Italia in A.S. e in minor parte anche da Serti. Ha inoltre espresso preoccupazione per il futuro di Serti se permangono le difficoltà operative dichiarate.

Le OO.SS. hanno espresso preoccupazione per la mancanza di coinvolgimento dei sindacati da parte di Serti e chiesto pertanto maggiore trasparenza e informazioni riguardo alle azioni future. Hanno inoltre espresso dubbi sulla capacità di Serti di far fronte agli impegni assunti nei confronti dei dipendenti date le difficoltà operative denunciate.

L’azienda Serti ha confermato l’intenzione di onorare gli impegni assunti, pagare gli stipendi arretrati e ha inoltre dichiarato l’interesse a continuare ad operare, nonostante le difficoltà, eventualmente inserendo provviste di capitale per operare una ristrutturazione.




Questa pagina ti è stata utile?

NO