Verbale di riunione - Almaviva Contact

Martedì, 02 Dicembre 2014

Il giorno 2 dicembre 2014 presso il Ministero dello Sviluppo Economico in Roma si è tenuto un incontro riguardante la situazione delle società Almaviva Contact S.p.A.

All’incontro, presieduto dal Viceministro Prof. Claudio De Vincenti, hanno partecipato la Dr.ssa Germana Panzironi in qualità di Capo dell’Ufficio Legislativo del Ministero dello Sviluppo Economico, l’Avv. Michela Porcaro per l’Unità Gestione Vertenze Imprese in Crisi, il Dr. Marco Tripi, l’Ing. Andrea Antonelli, il Dr. Francesco Renzetti, la Dr.ssa Marina Irace, il Dr. Andrea Lucente, la Dr.ssa Carla Pallotta, la Prof.ssa Luisa Torchia e il Dr. Michele Svidercoschi per Almaviva Contact S.p.A., la Dr.ssa Laura di Raimondo e la Dr.ssa Giulia Callegari per Confindustria, le rappresentanze sindacali nazionali e locali FISTEL-CISL, SLC-CGL, UILCOM-UIL e TLC-UGL e le RSU.

Ad apertura dell’incontro, il Viceministro ha comunicato che, a seguito della precedente riunione tenutasi in data 16 ottobre 2014, il Ministero dello Sviluppo Economico si è attivato al fine di trovare concrete soluzioni alle problematiche più volte evidenziate dagli operatori del settore e dai sindacati di categoria e inerenti sia all’applicazione dell’art. 24bis D. L . 83/2012, convertito con modificazioni dalla L. 134/2012, sia al sistema delle gare al massimo ribasso.

In particolare, con riguardo al citato art. 24bis, il Viceministro ha informato i partecipanti al tavolo che competenti ad effettuare le dovute verifiche riguardo alla sua applicazione ed osservanza sono gli Ispettorati Regionali Territoriali afferenti al Ministero dello Sviluppo Economico, in base all'art. 5, comma 9, del Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico 7 maggio 2009, che attribuisce ad essi l'accertamento delle violazioni di legge e l'erogazione delle relative sanzioni amministrative nell'ambito delle materie di spettanza della D.G. per i reati di comunicazione elettronica. Con gli Ispettorati Regionali Territoriali hanno una collaborazione operativa le articolazioni territoriali, Compartimenti e Sezioni, del Servizio di Polizia Postale e delle Comunicazioni del Dipartimento della P.S., in qualità di organo del Ministero dell'Interno per la sicurezza e la regolarità dei servizi di telecomunicazione, ai sensi del Decreto del Ministero dell'Interno 1 marzo 1998.

Di conseguenza, il Viceministro ha dichiarato che, già da subito, gli Ispettorati Regionali Territoriali procederanno ad effettuare le prime verifiche a campione sul rispetto, da parte dei call center e dei committenti, del citato art. 24bis; mentre, a decorrere da gennaio, gli stessi incominceranno ad effettuare delle verifiche a tappeto, tese a sanzionare i soggetti che si sarà constatato agire in violazione di legge.

Con riguardo al sistema di affidamento degli appalti attraverso il meccanismo delle gare al massimo ribasso, il Viceministro ha sottolineato che l’Ufficio Legislativo del Ministero dello Sviluppo Economico sta lavorando affinché possa essere approvata una norma che preveda la prevalenza dell’offerta tecnica rispetto all’offerta economica. In buona sostanza, al momento dell’affidamento dell’appalto i committenti, oltre al prezzo, dovranno tenere in debita considerazione altri importanti elementi, quali, a titolo esemplificativo e non esaustivo, la qualità e il pregio tecnico dell’offerta (c.d. offerta economicamente più vantaggiosa). In tale contesto, inizierà un’operazione di moral suasion nei confronti delle Pubbliche Amministrazioni affinché queste, in attesa dell’emanazione della norma di legge di cui sopra, aderiscano comunque alla filosofia dell’offerta economicamente più vantaggiosa.

A fronte degli impegni assunti dal Viceministro, il Dr. Marco Tripi, Presidente del Consiglio di Amministrazione di Almaviva Contact S.p.A., ha dichiarato la propria disponibilità a non procedere alla prospettata delocalizzazione (che vedrebbe coinvolti circa tremila addetti), almeno sino all’esito delle verifiche condotte dagli Ispettorati Regionali Territoriali.

Le OO.SS. hanno dunque mostrato compiacimento rispetto alle iniziative del Ministero dello Sviluppo Economico e hanno comunque ribadito la necessità che venga riservata una forte attenzione al settore delle telecomunicazioni, in generale, e dei call center, in particolare, in quanto si tratta di un comparto che occupa circa 80.000 addetti e muove un giro di affari di oltre un miliardo di euro.

Le OO.SS. hanno perciò chiesto che venisse riconvocato il tavolo di settore dei call center e, a tal proposito, il Viceministro ha fissato la data di riunione per il 19 dicembre 2014.




Questa pagina ti è stata utile?

NO