Verbale di incontro Vela Prefabbricati s.r.l

Mercoledì, 19 Novembre 2014

Il giorno 19 novembre 2014 presso il Ministero dello Sviluppo Economico in Roma si è tenuto un incontro riguardante la situazione delle società Vela Prefabbricati S.r.l. in fallimento e Serravalle Prefabbricati S.r.l.

All’incontro erano presenti l’Avv. Porcaro per il Ministero dello Sviluppo Economico, il Dott. Bianchessi e il Dott. Genova per la Regione Lombardia, la Dott.ssa Zaltieri per la Provincia di Mantova, la Dott.ssa Laura Mazzolari, curatore del fallimento e l’Avv. Giovani Pigolotti per la procedura fallimentare, il Dott. Davi, il Dott. Betteghella e la Dott.ssa Miaschi per la società Serravalle Prefabbricati S.r.l., il Dott. Righetto e l’Avv. Dindo per la società Serravalle S.r.l. e i rappresentanti della FILLEA CGIL nazionale, regionale e territoriale di Mantova (Ermira Behri, Ivano Comotti, Fulvio Caffini) e della UGL COSTRUZIONI nazionale (Umberto Pileggi).

PREMESSO CHE:

1. la società Vela Prefabbricati S.r.l., fallita successivamente il 10.06.2013 e che nello stabilimento di Serravalle Po (MN) occupava 29 lavoratori, in data 30.04.2012 ha stipulato un contratto di affitto di ramo d’azienda con la società Serravalle Prefabbricati S.r.l, che ha consentito a 14 lavoratori di passare all’affittuaria, che nel corso dell’affitto ha assunto commesse e aumentato i livelli occupazionali di ulteriori 20 unità;

2. la società Serravalle Prefabbricati S.r.l. sta effettuando dei lavori di sostituzione dell’eternit sull’immobile;  

3. la società Serravalle Prefabbricati S.r.l. tuttavia non ha provveduto a versare i canoni di tale affitto alla curatela del fallimento;

4. decorsi i termini concessi, e di conseguenza risolto il contratto, la curatela ha chiesto sin dal febbraio 2014 la restituzione del ramo d’azienda;

5. la società Serravalle Prefabbricati S.r.l. inoltre non ha pagato sin dall’inizio della locazione il canone dovuto alla società Serravalle S.r.l. proprietaria dell’immobile;

6. in tale contesto si sono succedute negli ultimi mesi una serie di confronti tra le parti per cercare una soluzione al problema, coinvolgendo altresì le istituzioni locali (Comune, Provincia e Prefettura di Mantova); 

7. la società Serravalle S.r.l., proprietaria dell’immobile e la società Serravalle Prefabbricati S.r.l. non hanno ad oggi ancora trovato un accordo economico relativamente ai canoni locatizi pregressi e non ancora saldati; parimenti la Serravalle Prefabbricati S.r.l. non ha ancora provveduto al versamento di parte degli affitti del ramo d’azienda;

8. la curatela della Vela Prefabbricati S.r.l. in fallimento ha espresso la necessità di essere svincolata dalla solidarietà debitoria relativamente ai citati canoni di locazione pregressi, l’estrema urgenza di ottenere la restituzione del ramo d’azienda il cui contratto di affitto è già stato risolto (infatti attualmente la Serravalle Prefabbricati S.r.l. prosegue l’attività pagando un’indennità per il ritardo nella restituzione del ramo d’azienda) e di recuperare il dovuto relativo agli affitti pregressi per poter procedere alla vendita dell’azienda nelle forme previste dalla legge fallimentare;

9. le OO. SS. hanno espresso la preoccupazione per il mantenimento dei livelli occupazionali, che in caso di continuazione dell’attività da parte della Serravalle Prefabbricati S.r.l. potrebbe avere un saldo positivo di ulteriori nove lavoratori attualmente in carico al fallimento. In caso contrario sarebbero posti in mobilità tutti i lavoratori, anche quelli attualmente impiegati presso la società Serravalle Prefabbricati S.r.l., a far data dall’11 dicembre 2014, termine ultimo della CIGS;

10. le OO. SS. hanno anche espresso preoccupazione per le sorti del riparto degli assets aziendali nell’eventuale successiva vendita;

11. le istituzioni (Ministero dello Sviluppo Economico, Regione Lombardia, Provincia di Mantova) si sono rese disponibili ad individuare tutti gli strumenti per difendere i livelli occupazionali e in particolare la Regione Lombardia ha illustrato l’iniziativa “Credito Adesso” finalizzata a sostenere le piccole e medie imprese operanti in Lombardia mediante la concessione di finanziamenti a titolo di anticipazione sugli ordini o i contratti di fornitura di beni e/o servizi.

TUTTO QUANTO CIÒ PREMESSO LE PARTI PRECISANO QUANTO DI SEGUITO RIPORTATO.

A. La curatela fallimentare ribadisce quanto già esposto in premessa, precisando che dal 20 novembre p.v., in assenza di restituzione spontanea, procederà nei modi di legge per ottenere la restituzione stessa;

B. La società Serravalle S.r.l., dopo aver esaminato il bilancio al 31.12.2013 di Serravalle Prefabbricati S.r.l. e dopo aver constatato che non risulta disponibile un business plan che illustri le prospettive dell’azienda stessa, si dichiara disponibile a quanto segue:

a. accettazione di un pagamento dei canoni arretrati, che essa indica in circa 260mila euro, mediante pagamenti rateali in 12 mesi, con rinuncia agli interessi contrattuali già maturati e che matureranno nel corso dell’anno di dilazione, con pagamento iniziale entro il 30.11.2014 di 50mila euro;

b. pagamento regolare dei canoni da parte di Serravalle Prefabbircati S.r.l. a partire dal mese di dicembre 2014;

c. liberazione immediata del fallimento dall’obbligo solidale di cui all’art. 36 L. 392/78, alla sola condizione costituita dal fatto che i membri dell’attuale CdA di Serravalle Prefabbricati S.r.l. garantiscano il pagamento del pregresso;

d. disponibilità a fare quanto necessario, nel rispetto della normativa vigente, affinché Serravalle Prefabbricati S.r.l. consegua il contributo inerente i lavori riguardanti la sostituzione dell’eternit;

e. per quanto concerne i canoni futuri, costituzione di una cauzione pari a tre mensilità, che potrà essere sostituita da garanzia dei membri del CdA per un importo pari alle suddette tre mensilità.

C. La società Serravalle Prefabbricati S.r.l. si dichiara disponibile a quanto segue:

a. nei confronti di Serravalle S.r.l.:

i. versamento di un acconto di 50mila euro entro il 30.11.2014;

ii. versamento di un acconto di 40mila euro entro il 31.12.2014;

iii. versamento di un acconto di 40mila euro entro il 31.01.2015;

iv. sostituirsi nell’esecuzione e nel pagamento di tutte le opere relative al cambio dell’eternit, comprese le spettanze dei professionisti incaricati;

v. saldo della parte residuale del debito pregresso dei canoni arretrati entro il 28.02.2015;

vi. pagamento regolare dei canoni a partire dal mese di dicembre 2014;

b. nei confronti del fallimento:

i. impegno a restituire spontaneamente, mediante consegna delle chiavi, il ramo d’azienda condotto in affitto, entro il 01.12.2014, dando atto che il contratto è stato risolto, salvo intervenga nel frattempo un accordo complessivo con i soggetti interessati che superi l’attuale situazione;

ii. entro la stessa data invio di proposta di acquisto del ramo d’azienda incondizionato;

iii. impegno a corrispondere gli affitti pregressi entro il 28.02.2015;

c. nei confronti delle OO.SS. e delle istituzioni impegno all’assunzione dei 9 dipendenti attualmente in carico al fallimento.

D. La FILLEA CGIL dichiara che, contestualmente al perfezionamento dell’accordo tra il fallimento e la società Serravalle Prefabbricati S.r.l., i 9 lavoratori attualmente in carico al fallimento dovranno passare in carico alla società Serravalle Prefabbricati S.r.l. alle medesime condizioni economiche e normative di cui oggi godono e che il fallimento dovrà soddisfare tutti i crediti che i lavoratori vantano;

E. L’UGL COSTRUZIONI auspica che nel corso di questo lasso di tempo venga perfezionato l’accordo su cui faticosamente si è lavorato sinora coinvolgendo anche le autorità locali e che, pertanto, vengano garantiti i livelli occupazionali in essere, nonché gli sviluppi previsti.  

IN CONCLUSIONE LE ISTITUZIONI DANNO ATTO CHE:

1. nelle more del lasso temporale sino al 01.12.2014 le stesse si dichiarano disponibili a promuovere incontri finalizzati a far convergere le parti addivenendo ad un accordo che consenta la prosecuzione delle attività e l’attivazione della procedura di vendita, soddisfacendo tutte le condizioni dichiarate dalle parti nel presente verbale;

2. sin da subito la Provincia di Mantova si impegna a svolgere attività di mediazione tra le parti per accompagnare e facilitare il suddetto accordo, monitorando l’evolversi della situazione;

3. la Regione Lombardia si impegna ad accompagnare, su richiesta dell’azienda, la Serravalle Prefabbricati S.r.l. nella verifica di attuabilità di adesione al bando “Credito Adesso”, mettendo i competenti uffici a disposizione sin da subito;

4. ove necessario il Ministero dello Sviluppo Economico si rende disponibile ad una riconvocazione del tavolo.

 

 

 



Questa pagina ti è stata utile?

NO