Verbale di riunione - Opera21 in Amministrazione Straordinaria

Mercoledì, 12 Novembre 2014

In data 13 novembre 2014, presso il Ministero dello Sviluppo Economico, si è tenuto un incontro  finalizzato alla sottoscrizione dell’art. 47 L. 428/1990 nell’ambito della procedura di cessione di Opera21 in Amministrazione Straordinaria. 

Alla riunione hanno partecipato l’Avv. Porcaro e la Dott.ssa Faranda per il Ministero dello Sviluppo Economico, l’Avv. Stagno d’Alcontres e l’Avv. Riva per Opera21 in A.S., il Dott. Celletti e il Dott. Giordano per Topnetwork, le OO.SS. FIOM CGIL, FIM CISL, UILM UIL, FISMIC, UILTUCS UIL, FILCAMS CGIL, FISASCAT CISL e le RSU. 

L’incontro ha avuto ad oggetto l’offerta di acquisto formulata da Topnetwork a Opera21 in A.S. ai sensi dell’art. 63 D. Lgs. 270/1999 e dell’art. 47 L. 428/1990 in esito alla gara pubblica scaduta il 31 agosto 2014.

Dopo ampia e approfondita discussione, tutte le parti – sociali e istituzionali – hanno condiviso la volontà di mettere a disposizione opportunità occupazionali per ciascuno  dei lavoratori attualmente in forza a Opera21 in A.S., al fine di garantire i livelli occupazionali.

A tale scopo la parte ministeriale e la Regione Lombardia si sono impegnate a mettere in atto tutte le azioni, ai sensi della normativa vigente, per sostenere il piano industriale presentato da Topnetwork, affinché la stessa Topnetwork traduca le opportunità che si verranno a delineare in un significativo miglioramento del piano occupazionale già presentato a corredo dell’offerta di acquisto. 

In particolare per la Regione Lombardia le iniziative riguardano sia le politiche attive del lavoro, che il supporto alla riqualificazione delle risorse umane, che eventuali forme di contributo alle imprese compatibili con le normative vigenti.

Per quanto riguarda i livelli occupazionali, a fronte della discussione svolta e delle istanze poste da parte sindacale, il programma individuato dall’azienda è il seguente:

Fase 1 contestualmente alla cessione

• 67 assunzioni a tempo indeterminato;

• 14 assunzioni ex novo a tempo determinato, con trasformazione a tempo indeterminato in presenza della commessa di riferimento, attualmente in scadenza, per la durata di almeno 18 mesi; in caso di mancato rinnovo della commessa questi lavoratori saranno inseriti all’interno di azioni di salvaguardia occupazionale di cui alle fasi successive.

Fase 2 entro il 30 novembre

• 40 assunzioni ex novo a tempo determinato, almeno per la durata della commessa di riferimento.

Fase 3 (condizionata ai sensi del piano presentato: fatturato e costo annuale azienda pro capite)

• 80 assunzioni a tempo determinato nel corso del biennio 2015/2016 da Opera 21 in AS/Mobilità, ovvero 40 nel 2015 e 40 nel 2016, con incremento proporzionale e cioè 12 unità per ogni incremento di fatturato di 1 mln. di euro;

• individuazione di bacini di utenza con diritto di precedenza per sostituzioni/turn over.

• azioni di supporto ad iniziative di autoimprenditorialità

In tale prospettiva, alla fine del 2016 (consolidati i volumi di fatturato previsti) le unità impegnate a tempo indeterminato saranno 126, oltre alle 75 a tempo determinato, per un totale di 201 unità.

Per ciò che attiene al trattamento economico giuridico, resta confermato quanto già indicato nella comunicazione ex art. 47 L. 428/1990. Inoltre, la società si impegna, sussistendone i presupposti, a garantire le condizioni economiche già poste in essere in costanza del fitto di azienda.

La formalizzazione dei rapporti di lavoro resta vincolata alla sottoscrizione di accordo individuale ex art. 2113 c.c. secondo i termini di cui alla procedura in questione.

Le OO. SS. si riservano di presentare l’ipotesi di cui sopra all’assemblea dei lavoratori, tenendo presente che l’azienda ritiene i punti raggiunti nella definizione odierna conclusivi della fase di trattativa.

Le parti si riconvocano presso il Ministero dello Sviluppo Economico per il giorno 19 novembre p.v. alle ore 10:00.

 

 

 




Questa pagina ti è stata utile?

NO