Verbale di incontro - FGA e PCMA di Termini Imerese

Venerdì, 10 Ottobre 2014

Il 10 ottobre 2014, presso il Ministero dello Sviluppo Economico, le Parti che sottoscrivono il presente VERBALE DI INCONTRO, hanno sviluppato una ampia discussione sulla situazione relativa alle prospettive del sito FGA e PCMA di Termini Imerese e del relativo indotto e hanno condiviso il seguente percorso di lavoro.

1)    La Società GRIFA S.p.A. si impegna, nel quadro delle iniziative di reindustrializzazione del sito FGA e PCMA di Termini Imerese, a rilevare il ramo d’azienda costituito dall’insieme dei beni e dei dipendenti (con esclusione di quanto richiamato al successivo punto 3) relativi al sito citato. La procedura di legge per il conferimento del ramo d’azienda sarà conclusa dalle Società interessate entro il 30 dicembre 2014.
2)    La procedura di cessione di ramo d’azienda sarà attivata ai sensi di quanto previsto dall’art. 47 c. 4 bis della L. 428/1990 e ss. mm. ii. con le specifiche condizioni consentite dalla legge.
3)    I lavoratori interessati al passaggio da FGA e PCMA a GRIFA saranno tutti quelli attualmente in forza, fatta eccezione di coloro che non si opporranno alla messa in mobilità ai sensi della L. 223/91. I lavoratori interessati dovranno darne comunicazione entro e non oltre la data di conclusione della procedura di cessione di ramo d’azienda.
4)    FGA e PCMA fin da ora si dichiarano disponibili ad accogliere la richiesta di cessione di ramo d’azienda avanzata dalla Società GRIFA e a concludere l’iter previsto dal citato art. 47 L. 428/1990 entro e non oltre il termine temporale di conclusione della procedura di messa in mobilità, che si riservano di aprire ai sensi di legge.
5)    FGA e PCMA, preso atto di quanto sollecitato dai rappresentanti del Governo, dichiarano la propria disponibilità a verificare la possibilità di disporre risorse economiche a favore di quanti, entro la data di completamento della procedura di cessione di ramo d’azienda, non si opporranno alla messa in mobilità.
6)    Le Organizzazioni Sindacali FIM CISL, FIOM CGIL, UILM UIL, FISMIC e UGL Metalmeccanici, riconoscono che – nella prospettiva del più ampio processo di reindustrializzazione che progressivamente coinvolgerà anche i lavoratori dell’indotto che ha operato per FGA e PCMA di termini Imerese – il percorso qui indicato rappresenta un importante risultato. A tal proposito condividono il ricorso alla procedura di cessione di ramo d’azienda ex art. 47 c. 4 bis della L. 428/1990 e dichiarano fin da ora la propria disponibilità ad utilizzare le possibilità offerte dalla norma citata.
7)    Il Governo si adopererà affinché la Società GRIFA e le eventuali altre che si insedieranno nel sedime di Termini Imerese considerino, in via prioritaria l’assunzione, nell’ambito dei propri piani di sviluppo, dei lavoratori (sia in CIG che in mobilità) già appartenenti a Società dell’indotto connesso alla produzione pregressa presso lo stabilimento di Termini Imerese. La Società GRIFA ha accolto l’invito del Governo.
L’Accordo di Programma che è in corso di aggiornamento, costituisce il quadro di riferimento per favorire il ricollocamento di tutti i suddetti lavoratori.
8)    Tutte le Parti interessate dichiarano che quanto richiamato ai punti precedenti rappresenta un importante e valido risultato per dare concreta prospettiva occupazionale e produttiva al sito FGA e PCMA di Termini Imerese e del relativo indotto. Pertanto si impegnano a favorire nei tempi previsti il pieno e positivo  completamento di tutte le citate procedure.
9)    Le Organizzazioni Sindacali sottoporranno alla valutazione dei lavoratori interessati quanto qui condiviso.

Roma, 10 ottobre 2014




Questa pagina ti è stata utile?

NO