Verbale di riunione Azienda Blue Panorama Airlines S.p.A.

In data 16 luglio si è tenuto presso il MiSE un incontro per la verifica delle problematiche della società Blue Panorama in Amministrazione Straordinaria. Alla riunione erano presenti il Dr. Castano dell’Unità per la Gestione delle Vertenze delle Imprese in Crisi del Ministero dello Sviluppo Economico, la dr.ssa Cristina Reali e il dr. Nicola Grasso dell’ufficio Amministrazioni Straordinarie del Ministero dello Sviluppo Economico, il Commissario Straordinario dr. Giuseppe Logrande, il dr. Giancarlo Zeni e il dr. Giorgio Coradazzi rispettivamente direttore generale e direttore risorse umane di Blue Panorama Airlines e le Organizzazioni Sindacali nazionali di Anpav, Anpac, Avia, Uiltrasporti, Filt- Cgil e Fit-Cisl.

In apertura di riunione il Dr. Castano ha chiesto al Commissario di aggiornare il tavolo sulle ultime evoluzioni della procedura di Amministrazione Straordinaria.

Il Commissario ha comunicato al tavolo che il 17 marzo 2014 l’azienda è stata dichiarata insolvente in vista della apertura della procedura di Amministrazione Straordinaria, non essendo stato ammesso il concordato preventivo.

Il programma di cessione della compagnia è stato autorizzato il 2 luglio 2014, il Commissario si è dichiarato fiducioso che in tempi brevi potrà essere individuato l’investitore.

Il commissario ha inoltre comunicato che la Commissione  europea ha dato il proprio nulla osta alla stipulazione da parte di Blue Panorama Airlines S.p.A. in A.S. di un finanziamento garantito dal Tesoro dello Stato che fornirà il necessario sostegno alla gestione del flusso di cassa per il saldo degli stipendi e delle spettanze e il regolare svolgimento delle attività che sono sempre continuate senza interruzioni.

Il Dr. Castano ha espresso soddisfazione perché la procedura di Amministrazione Straordinaria consente all’azienda di proseguire regolarmente tutte le attività senza particolari problemi da rilevare e consentirà inoltre una selezione dell’investitore più idoneo in tempi rapidi e con i danni minori.

Le OO.SS. hanno colto l’occasione di trovarsi nella sede ministeriale per chiedere all’azienda di coltivare maggiormente le relazioni industriali e di recepire le ripetute richieste di incontro che gli sono state fatte nel corso degli ultimi mesi. I sindacati hanno inoltre chiesto maggiore trasparenza sull’andamento della procedura.

Il tavolo verrà riaggiornato alla prima metà di ottobre 2014.

 

 

 

 

 




Questa pagina ti è stata utile?

NO