Verbale di incontro Agfa Graphics Srl.

In data 15 luglio 2014 si è svolto presso il Ministero dello sviluppo economico un incontro riguardante Agfa Graphics Srl. All’incontro erano presenti il Dr. Castano del MiSE, l’assessore del Comune di Manerbio (BS) Fabrizio Bosio, la Dr.ssa Tarantola in rappresentanza di ARIFL Regione Lombardia,  i vertici aziendali di Agfa Graphics, una rappresentaza di Polis Srl, i rappresentanti di FIOM-CGIL e l’Associazione industriale bresciana.

In apertura di incontro le OO.SS. hanno ricordato ai presenti che presso il  Ministero dello sviluppo economico si sono svolti diversi incontri per monitorare le problematiche del sito industriale di Manerbio (BS). In particolare, hanno ricordato che in data 16 aprile 2014 la Società ha attivato la procedura prevista dall’art. 4, legge 23 luglio 1991, n. 223, a causa dell’impossibilità di reimpiegare alcuno dei 35 lavoratori ad oggi rimasti alle proprie dipendenze presso lo stabilimento di Manerbio (BS), i quali costituiscono l’esubero di personale oggetto di questa intesa, già in Cigs per cessazione di attività dal 19 agosto 2013.

Agfa Graphics S.r.l. ha manifestato, nei precedenti incontri svoltisi presso il Ministero dello Sviluppo Economico nonché dinanzi alla Commissione Attività Produttiva del Consiglio Regionale della Regione Lombardia, la propria disponibilità a valutare progetti di reindustrializzazione del sito di Manerbio che consentisse una (anche parziale) reimpiego del personale già ivi occupato alle proprie dipendenze, individuando nella società Polis S.r.l. un soggetto interessato ad acquisire, tramite un nuovo soggetto giuridico (società di capitali) da costituire,  la proprietà dei propri immobili, terreni e parte di beni e macchinari (“assets”) siti in Manerbio;

Nel corso dell’incontro odierno, le parti presenti hanno concordato quanto segue:

1. La Società provvederà, in conformità al disposto delle norme in materia previste dalla Legge 23 luglio 1991, n. 223, al licenziamento ed alla collocazione in mobilità delle 35 unità in esubero citate in premessa, così come definito nel verbale di accordo di esperimento della procedura sottoscritto in data odierna.

2. Nell’ambito del proprio Piano Industriale e entro la vigenza degli ammortizzatori sociali così come definiti, Polis S.r.l. si impegna, subordinatamente al buon esito del trasferimento di immobili e impianti siti in Manerbio (c.d. “term sheets”),  ad assumere, direttamente o per il tramite di una società, propria controllata, di prossima costituzione, tutti i dipendenti, 35 unità, attualmente dipendenti Agfa dello stabilimento di Manerbio (BS), presso lo stesso sito produttivo. L’assunzione avverrà con contratto a tempo indeterminato, senza periodo di prova.

3. A tale proposito, a seguito della loro collocazione in mobilità e della loro adesione formale a contenuti ed impegni della presente intesa e di quella di mobilità, da confermare con la sottoscrizione di appositi atti  transattivi (v. paragrafo 6 dell’accordo di esperimento della procedura di mobilità), i lavoratori riceveranno dalla società di capitali, controllata da Polis S.r.l., di prossima costituzione, di cui al punto precedente, una  proposta irrevocabile di assunzione, con contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato e senza periodo di prova, nell’ambito del progetto di reindustrializzazione, descritto nell’allegato, e del connesso piano occupazionale del sito di Manerbio.

Suddette proposte irrevocabili, che i lavoratori si impegnano ad accettare agli effetti della immediata o futura costituzione del rapporto di lavoro con la società di cui sopra, verranno mantenute ferme ed efficaci fino alla scadenza del periodo di mobilità di ciascun lavoratore interessato.

4. Vista l’articolazione del Piano suddetto, qualora il termine del completamento del Piano Industriale per il sito di Manerbio si protragga oltre la vigenza degli ammortizzatori sociali, al fine di occupare i lavoratori nell’ambito della durata degli stessi, Polis assumerà i lavoratori presso una delle aziende del gruppo (stabilimenti di Offlaga - BS e/o di Grumello – BG). Rimane inteso tra le parti che a tutti i lavoratori in oggetto sarà comunque garantita la precedenza nel caso di tutte le assunzioni presso il sito di Manerbio in relazione a quanto previsto al punto 2).

5. La conclusione dell’operazione di cessione, a mezzo di compravendita, di cui sopra è sospensivamente condizionata al positivo complemento degli impegni reciproci tra le parti, assunti con le  intese tra le parti intercorse e sottoscritte in data odierna (“term sheets”), e volte a dare esito positivo alla crisi occupazionale conseguente alla cessazione dell’attività di Agfa presso il sito di Manerbio,  da svolgere in ognuna delle fasi sopra indicate, con riferimento a tutti i 35 dipendenti di Agfa Graphics S.r.l. ancora in forza allo stabilimento.

6. Regione Lombardia dichiara la sua disponibilità a favorire la riconversione  produttiva dello stabilimento di Manerbio e il ricollocamento del personale ex Agfa Graphics e la sua riqualificazione attraverso la strumentazione regionale, in particolare gli strumenti a favore di attrattività e competitività prevista dalla l.r. 11/2014 e le politiche attive contenute nella Dote Unica e nell’avviso “Reti per il lavoro”.

Il Dr. Castano ha espresso soddisfazione per la conclusione positiva delle trattative e del tavolo aperto presso il Ministero dello sviluppo economico sottolineando l’importanza dell’accordo non soltanto per la reindustrializzazione del sito e pertanto per le ricadute positive sul territorio, ma anche per le ricadute sociali e per aver salvaguardato 35 posti di lavoro. 




Questa pagina ti è stata utile?

NO