Verbale d'incontro - Solsonica (EEMS)

VERBALE DI INCONTRO

Il giorno 2 luglio 2014 presso il Ministero dello Sviluppo Economico in Roma si è tenuto un tavolo di confronto riguardante la situazione di Solsonica (EEMS).

All’incontro, presieduto dal dr. Giampietro Castano Responsabile dell’Unità Gestione Vertenze del Ministero dello Sviluppo Economico, sono presenti la dr.ssa Manuela Gatta e l’Avv. Michela Porcaro del Mise ; il Cons. Daniele Mitolo e la Dr.ssa Giulia Sforza della Regione Lazio, la Dr.ssa Emanuela Pariboni Vicesindaco del Comune di Rieti il Dr. Luigi Taddei Sindaco del Comune di Castel Santangelo, i Rappresentanti dell’Azienda Ing. Paolo Mutti AD Solsonica e la Dr..sa Roberta Buontempo, il Dr. Felice Miccadei di Confindustria,  le OO.SS. Nazionali e Territoriali FIOM CGIL, FIM CISL, UILM UIL, UGL Met. unitamente alle RSU.

Il Rappresentante dell’Azienda (Ing. Mutti) ha ripercorso le vicende aziendali ricordando la recente risoluzione dell’accordo di ristrutturazione del debito da part del Pool di Banche  ed il necessario avvio della procedura concorsuale (art. 161 comma 6) sia per EEMS che per Solsonica. A partire dal 30 maggio per EEMS e dal 6 giugno per Solsonica il Giudice di Rieti ha dato un periodo pari a 120 gg per la presentazione di un piano di concordato. L’Ing. Mutti ha declinato le ipotesi industriali per la possibile continuità dell’azienda, confermando anche che il suddetto piano si basa sull’esistenza di un mercato potenziale a condizione di una riorganizzazione interna.

Il Rappresentante della Regione Lazio (Dr.ssa Sforza) ha evidenziato che entro l’inizio di prossimo Agosto è auspicabile la firma dell’Accordo di Programma sul Sistema locale lavoro di Rieti che agevolerà il rilancio industriale dell’Area.

Le OOSS hanno evidenziato che il fotovoltaico debba essere affrontato dal sistema paese nel suo complesso, hanno invitato l’ing Mutti a sviluppare prodotti innovativi e hanno chiesto che  anche in questa direzione debba essere orientata la ricerca del Partner industriale che garantisca continuità aziendale ed il salvataggio occupazionale; hanno inoltre chiesto al Ministero una verifica su possibili soggetti interessati a supportare il Piano. Le OOSS hanno posto il problema degli ammortizzatori, sollecitando le necessarie verifiche presso gli organi competenti. Le medesime hanno auspicato che venga nominato quanto prima un Commissario a tutela dalle Procedura.

Il Dr. Castano ha ribadito che la responsabilità dell’attuazione e definizione del Piano, inclusa la individuazione di un soggetto industriale spetta all’Azienda, confermando comunque la disponibilità del Mise a supportarla nella ricerca e nella valutazione di nuovi soggetti industriali, anche sulla base della indicazioni che possano pervenire anche dalle Istituzioni. Inoltre ha sottolineato la necessità che venga nominato un Commissario a tutela della stessa procedura e dei creditori, si impegna altresì ad effettuare le verifiche necessarie riguardanti gli ammortizzatori. Il tavolo è aggiornato al prossimo 25 luglio per una verifica della situazione.   




Questa pagina ti è stata utile?

NO