Verbale di riunione - Electrolux

In data 18 giugno 2014, presso il Ministero dello Sviluppo Economico, si è tenuto un incontro  relativo alla situazione di Electrolux Italia S.p.A. Alla riunione erano presenti il Dott. G. Castano, il Dott. C. Sappino e l’Avv. M. Porcaro per il Ministero dello Sviluppo Economico, il Dott. D. Pascotto, la Dott.ssa M. Chiaradia e il Dott. A. Pellizzari per Electrolux Italia S.p.A., la Dott.ssa P. Negroni e il Dott. A. Genova per la Regione Lombardia, il Dott. F. Matone per l’Agenzia Regionale per l’Istruzione, la Formazione e il Lavoro della Lombardia, la Dott.ssa L. Alessio-Vernì per la Regione Friuli Venezia Giulia e il Dott. M. Penza per la Regione Emilia Romagna. Assente la Regione Veneto.

Su invito del Dott. G. Castano, la società Electrolux Italia S.p.A. ha esposto il proprio piano di investimento, così come perfezionato dopo la firma dell’Accordo del 15 maggio 2014 a Palazzo Chigi.

In premessa, Electrolux Italia S.p.A. ha confermato che le proprie attività di ricerca presenti in Italia rappresentano un’eccellenza che si intende salvaguardare anche con azioni di investimento importanti. Nell’ambito della ricerca sono oggi impegnati circa 600 ricercatori, di cui 70 dedicati alla ricerca di base (10 assunti nell’ultimo biennio).

La Società ha confermato l’intenzione di intensificare l’attività di ricerca e sviluppo nell’arco temporale intercorrente tra il 2014 e il 2017, al fine di garantire all’azienda un rilancio competitivo. In particolare, la Società ha evidenziato che tra il 2014 e il 2017 ha in previsione di investire circa 80.000.000 di Euro in attività di ricerca e sviluppo, attività propedeutiche e necessarie a garantire le innovazioni di prodotto e le innovazioni del processo produttivo e ad assicurare la permanenza competitiva sul mercato di Electrolux Italia S.p.A.

Dal punto di vista economico l’investimento in sviluppo e ricerca deve essere comunque sostenibile e per tale motivo si rende necessario individuare forme di incentivo che garantiscano anche il mantenimento dei livelli occupazionali.

Il Dott. Castano ha invitato il Dott. Sappino a riprendere in questa sede quanto già oggetto di primi approfondimenti con i rappresentanti aziendali.

Il Dott. Sappino ha precisato che, dal momento che tutti e quattro gli stabilimenti di Electrolux Italia S.p.A. si trovano ubicati in aree geografiche che non rientrano nelle aree di cui all’art. 107.3.c) del TFUE, così come individuate nella Carta degli aiuti di Stato a finalità regionale, è possibile prevedere finanziamenti solo ed esclusivamente per attività di ricerca e sviluppo. Rimanendo sempre nell’ambito dell’ipotesi più prudenziale, il Dott. Sappino ha affermato che ad Electrolux Italia S.p.A. potrebbe essere concesso un finanziamento agevolato pari a circa la metà dell’investimento in attività di ricerca e sviluppo, al tasso agevolato del 0,8% con rientro in otto anni.

Affinché possano essere adottate misure più consistenti a supporto di Electrolux Italia S.p.A. è necessario anche il contributo delle Regioni in cui si trovano insediati gli stabilimenti in questione.

A questo punto della riunione, il Dott. Castano ha chiesto ai rappresentanti delle tre Regioni presenti di esprimersi riguardo alla propria disponibilità in merito.

Congiuntamente la Regione Lombardia, la Regione Friuli Venezia Giulia e la Regione Emilia Romagna si sono dette disponibili a contribuire in quota parte al progetto di investimento di Electrolux Italia S.p.A., come previsto dal citato accordo del 15 maggio, salvo verificare quale sia lo strumento tecnico più idoneo a garantire l’adeguato intervento regionale. A tal proposito, le Regioni e il Ministero dello Sviluppo Economico hanno convenuto sul fatto che lo strumento più efficace da valutare potrebbe essere l’Accordo di Programma. Si rende comunque necessario incominciare a ragionare su dati numerici precisi. Per questo motivo la Società si è impegnata a trasmettere al Ministero dello Sviluppo Economico le schede analitiche relative agli investimenti per il quadriennio 2014-2017 nel termine di 15 giorni e a coordinarsi continuativamente con il Ministero dello Sviluppo Economico e con le Regioni. Nel medesimo tempo, il Dott. Castano si è impegnato a verificare la disponibilità della Regione Veneto, oggi assente, a sostenere  il progetto di investimento della Electrolux Italia S.p.A.

Una nuova riunione verrà indetta nel breve periodo dal Ministero dello Sviluppo Economico al fine di verificare lo stato di avanzamento delle attività.




Questa pagina ti è stata utile?

NO