Verbale di riunione Jabil

In data 12 giugno 2014 si è tenuto presso il Ministero dello Sviluppo Economico un incontro riguardante la situazione di Jabil. Alla riunione erano presenti il Dr.Giampietro Castano del MISE, il Dr. Andrea Lo Sasso ed l’Ing. Cillo di Jabil ed il Dr. Chiello di Confindustria Caserta, le OOSS nazionali e territoriali FIOM – CGIL, FIM – CISL, ULM – UIL, UGL Met. e le RSU. Erano inoltre presenti l’On. Picierno, il Sen. Puglia, il Dr. De Angelis, Sindaco di Marcianise e la Dr.ssa Ciullo per la Regione Campania.

La società Jabil Circuit Italia ha confermato l’implementazione del piano industriale presentato in questa sede lo scorso 3 Dicembre 2013; ha  ribadito la volontà di rimanere in Italia come insediamento produttivo, anche in occasione di un recente incontro col Vice Ministro On. De Vincenti e confermato l'impegno sull'azione commerciale per acquisire nuovi clienti e sugli investimenti necessari all'introduzione delle nuove attività. Jabil ha nel contempo confermato la indispensabilità della riduzione del perimetro occupazionale di 440 unità, annunciando che, ad oggi, 113 dipendenti hanno inteso aderire volontariamente alla uscita incentivata. La gestione di esodi incentivati continuerà fino alla fine del mese di giugno. Per quanto riguarda il recupero della competitività, ha ribadito che è condizione imprescindibile per poter attrarre nuovi clienti in un contesto altamente caratterizzato da forti concorrenze sia italiane sia estere.

E' stata data visibilità di quanto realizzato in merito all'introduzione di nuovi clienti e confermato che il cliente NSN per le attività di repair cesserà di avvalersi della Jabil a partire da dicembre 2014.

Le Organizzazioni Sindacali hanno espresso ferma critica ad un piano industriale che prevede tagli occupazionali così importanti richiamando l'attenzione del MISE e dell'azienda affinché si impegnino per quanto di loro competenza a favorire l'ingresso di nuovi importanti clienti, ovvero a spostare a Marcianise attività attualmente destinate o destinabili ad altri siti industriali per quanto riguarda la Jabil.

Il MISE ha confermato il proprio impegno in merito alla vertenza, annunciando che i contatti avuti con i nuovi vertici di FINMECCANICA hanno consentito la cancellazione della Jabil dalla “black list” dei fornitori del Gruppo e quindi la possibilità di essere invitati a proporre offerte, laddove richieste. Ha informato le Parti Sociali delle rassicurazioni avute da parte della Multinazionale Americana sulla volontà di rimanere sul territorio, sebbene con una presenza ridotta rispetto alla attuale. Anche in merito alle prossime gare delle grandi Società italiane nel settore delle utenze il MISE ha informato i presenti che agirà con azioni di moral suasion per sensibilizzare i grandi clienti ad utilizzare, nel rispetto delle vigenti leggi, aziende italiane.

In conclusione, le Istituzioni presenti e le OOSS hanno convenuto sulla necessità di avviare un tavolo per portare l’emergenza della crisi del comparto industriale della provincia di Caserta all’ordine del giorno del Governo. A tal fine è stata indetta una riunione per il 20 Giugno p.v. con le Istituzioni interessate e le Organizzazioni sindacali.




Questa pagina ti è stata utile?

NO