Verbale di incontro - Gruppo Trombini Spa

Addi 27 maggio 2014 presso il Ministero Sviluppo Economico nell'ambito del secondo incontro di verifica delle problematiche industriali/occupazionali delle soc. Gruppo Trombini SPA e SRL (con stabilimenti produttivi in Frossasco - TO, Luserna San Giovanni - TO, Pomposa - FE e Piangipane - RA, sono intervenuti:

- la dott.ssa Chiara Cherubini in rappresentanza del Ministero dello sviluppo economico; 

- il sig. Andrea Trombini, quale Presidente del Consiglio di Amministrazione di GRUPPO TROMBINI SPA in concordato preventivo e Amministratore Unico di GRUPPO TROMBINI SRL in concordato preventivo, con il Dott. Alberto Francois, Dirigente della GRUPPO TROMBINI SRL in concordato preventivo e l'avv. Mauro Cellarosi, consulente legale delle società;

- la Dott. Chiara Ruffini, Commissario Giudiziale di GRUPPO TROMBINI SPA e GRUPPO TROMBINI SRL in concordato preventivo (anche in rappresentanza degli altri Commissari Giudiziali Dott. Alessandro Silei e Dott.ssa Silvia Benelli);

- il Dott. Renzo Galeotti, Liquidatore di GRUPPO TROMBINI SPA e GRUPPO TROMBINI SRL in concordato preventivo;

- il dott. Elio De Leo in rappresentanza della Regione Emilia Romagna; 

- il dott. Luciano Romano in rappresentanza della Regione Piemonte; 

- il vice presidente della provincia di Ravenna, dott. Gianni Bessi;

- l’Assessore alle Attività Produttive del Comune di Ravenna dott. Massimo Cameliani; 

- una rappresentanza delle Organizzazioni Sindacali nazionali e territoriali e delle Rappresentanze Sindacali Unitarie di alcuni Stabilimenti e precisamente: Luciano Bettin per la Filca Cisl Nazionale, Rolando Feltrin per la Fillea Cgil Nazionale, Roberto Ferrari per la Feneal Uil Nazionale, Gianluca Dallara e Severino Granini per la RSU aziendale FALCO, Sandro Guizzardi per la Fillea Cgil Ferrara, Giancarlo Marchi per la Fillea Cgil Ravenna, Marco Bosio per la Fillea Cgil Torino, Daniele Storari per la Filca di Ferrara, Giovanni di Vito per la RSU Aziendale ANNOVATI Frossasco, Anzellotti Rocco e  Lolli Luca in rappresentanza dei lavoratori RAFAL di Piangipane.

Preliminarmente la dott.ssa Chiara Cherubini, rammenta che un primo incontro sulla problematica in oggetto si è già tenuto presso questo Ministero lo scorso 9 aprile 2014 con aggiornamento alla data odierna in vista dell'esito del giudizio di omologa dei concordati preventivi presentati da entrambe le società, la cui udienza era prevista per il 13 maggio 2014.

Prende, quindi, la parola la Dott. Chiara Ruffini (Commissario Giudiziale) la quale comunica che il Tribunale di Ravenna (Giud. Rel. Dott. Alessandro Farolfi), con decreti depositati in data 23 maggio 2014, ha omologato i concordati preventivi presentati da GRUPPO TROMBINI SPA e da GRUPPO TROMBINI SRL, nominando quale Liquidatore Giudiziale per entrambe le procedure il Dott. Renzo Galeotti (dottore commercialista di Ravenna). 

Per quanto riguarda la situazioni occupazionale, l’Avv. Mauro Cellarosi precisa e afferma che il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha emesso i decreti autorizzativi della CIGS per procedura concorsuale ex art. 3 L. 223/1991 relativamente a tutti gli addetti degli stabilimenti della GRUPPO TROMBINI SPA (stabilimento di Frossasco) e della GRUPPO TROMBINI SRL (stabilimenti di Luserna San Giovanni, Pomposa e Piangipane).

La Dott.ssa Ruffini conferma che la cit. CIGS ex art. 3 L. 223/1991 avrà scadenza il prossimo 23 luglio 2014 e che, nel rispetto della tempistica prevista dagli artt. 3 e 4 della L. 223/1991 (gg. 60 prima della scadenza dell'attuale CIGS), nonché nell'ottica della miglior generale tutela del ceto creditorio, in data 20 maggio 2014 è stata avviata la procedura di mobilità, per tutti i dipendenti delle due società

Per quanto riguarda l'eventuale possibilità di proroga dell'attuale CIGS (sia della GRUPPO TROMBINI SPA che della GRUPPO TROMBINI SRL), in presenza dei presupposti di cui all'art. 3 comma 2° L. 223/1991, il Commissario Giudiziale conferma che sono pervenute (anche direttamente agli organi della procedura) alcune manifestazioni di interesse attualmente in corso di disamina da parte dell'azienda, congiuntamente agli organi della procedura stessa; manifestazioni finalizzate al possibile affitto/cessione di rami d’azienda, nell’ottica di salvaguardia anche parziale della continuità produttiva in capo a terzi e, conseguentemente, di salvaguardia anche parziale dei livelli occupazionali a livello di “Gruppo”. 

Il Sig. Andrea Trombini, legale rappresentante di entrambe le società, esprime soddisfazione per l’intervenuta omologa dei concordati e conferma l’impegno a ricercare ogni soluzione idonea a consentire la continuità produttiva in capo a terzi e la salvaguardia (anche parziale) dei livelli occupazionali.

Intervengono le OO.SS., le quali preliminarmente richiedono la revoca della procedura di mobilità e l’effettuazione di ogni sforzo in vista della continuità produttiva e della salvaguardia dei livelli occupazionali. In tal senso evidenziano l’importanza di ottenere la proroga semestrale dell'attuale CIGS ex art. 3 comma 2° L. 223/1991 (sia della GRUPPO TROMBINI SPA che della GRUPPO TROMBINI SRL) e chiedono il relativo supporto del Ministero dello Sviluppo Economico.

Intervengono il Dott. Luciano Romano e il Dott. Elio De Leo, in rappresentanza rispettivamente delle Regioni Piemonte ed Emilia Romagna, esprimendo la massima disponibilità collaborativa per la salvaguardia dell’occupazione (anche mediante ricorso alla formazione professionale degli addetti) e della ripresa produttiva degli Stabilimenti, auspicando l’ottenimento della necessaria proroga della CIGS in corso ex art. 3 comma 2° L. 223/1991.

Intervengono, infine, il dott. Gianni Bessi per la Provincia di Ravenna e il Dott. Massimo Cameliani per il Comune di Ravenna, i quali chiedono l’adozione di tutte le possibili azioni per la salvaguardia degli stabilimenti produttivi e dei livelli occupazionali e, tal proposito, ritengono necessaria la sollecita attivazione delle procedure finalizzate all’ottenimento della proroga della CIGS in corso ex art. 3 comma 2° L. 223/1991. Chiedono, pertanto, il supporto del Ministero dello Sviluppo Economico attraverso il presente “tavolo” di crisi.

Verbale sottoscritto dalle parti. 




Questa pagina ti è stata utile?

NO