Verbale di riunione - Jabil Circuit Italia

In data 3 aprile 2014 si è tenuto presso il MSE un incontro riguardante la siuazione di Jabil. Alla riunione erano presenti la Dr.ssa Manuela Gatta del MSE, il Dr. Andrea Lo Sasso ed il Dr. Cillo di Jabil ed il dr. Chiello di Confindustria Campania, le OOSS nazionali e territoriali FIOM – CGIL, FIM – CISL, ULM – UIL, UGL Met. e le RSU.

La societa' Jabil Circuit Italia ha confermato le linee guida del piano industriale presentato in questa sede lo scorso 3 Dicembre 2013, ha  ribadito la volonta' di rimanere in Italia come insediamento produttivo e confermato l'impegno sull'azione commerciale per acquisire nuovi clienti e sugli investimenti necessari all'íntroduzione delle nuove attivita'. JCI ha inoltre sottolineato la imprescindibile necessita' di un recupero di competitivita' attraverso azioni organizzative e contrattuali, ma al contempo ha confermato la riduzione del perimetro occupazionele di 440 unita'.

E' stata data visibilita' di quanto realizzato in merito all'introduzione di nuovi clienti e comunicato che il cliente NSN Repair cessera' di avvalersi della Jabil per le attivita' di riparazione a partire da dicembre 2014.

Le Organizzazioni Sindacali hanno espresso ferma critica ad un piano industriale che prevede tagli occupazionali cosi importanti richiamando l'attenzione del MISE e dell'azienda affinche' si impegnino per quanto di loro competenza a favorire l'ingresso di nuovi importanti clienti, ovvero a spostare a Marcianise attivita' attualmente destinate o destinabili ad altri siti industriali per quanto riguarda la Jabil.

Il MISE ha confermato il proprio impegno a convocare in tempi brevi i vertici di Jabil per consolidare   le prospettive di mantenimento del sito di Marcianise, il Mise conferma inoltre il proprio impegno nell’affrontare le problematiche evidenziate in materia di mercato e di recupero di produzioni sia nel mercato nazionale che in quello internazionale.

In conclusione il confronto presso il Mise è stato aggiornato al giorno il 16 Maggio p.v.. Nel contempo le parti si sono date reciprocamente atto del fatto che, per il trimestre Aprile - Giugno la Jabil mantiene l'impegno di continuare nel processo di riduzione della forza lavoro mediante incentivazione all'esodo secondo quanto previsto dall'accordo del 17 Dicembre 2013 rendendosi altresi disponibile a procastinare gli effetti della disdetta degli accordi di secondo livello al 31 Maggio 2014. In sede provinciale verra' intensificato il confronto sulla organizzazione e sugli orari di lavoro.




Questa pagina ti è stata utile?

NO