Verbale di incontro - Bombardier

Il 23 gennaio 2014 si è svolto presso il Ministero dello Sviluppo Economico un incontro riguardante la situazione della Bombardier di Vado Ligure. Alla riunione, presieduta dal Dott Giampiero Castano, responsabile della Unità gestione Vertenze del MiSE, hanno partecipato l’Assessore allo Sviluppo Economico Renzo Guccinelli, l’Assessore alle politiche Attive del Lavoro Giovanni Enrico Vesco, l’Ing. Corradi , la Dr.ssa Flavia Mirabelli e la Dr.ssa Laura Elisabeth Janse in rappresentanza di Bombardier, l’Assessore Giorgio Sambin della Provincia di Savona, il Dr. Minuto di CONFINDUSTRIA,  le Organizzazioni Sindacali nazionali e territoriali e di categoria (FIOM – CGIL, FIM CISL , UILM UIL), insieme alle Rappresentanze Sindacali Unitarie.

In apertura di riunione il Dr. Giampiero Castano ha comunicato che il Ministero si è fatto parte attiva nella convocazione del primo tavolo di confronto Bombardier  proprio per dare un contributo ai problemi rappresentati dalle Istituzioni locali e dalle organizzazioni sindacali. Tutto il settore del trasporto ferroviario regionale sta attraversando una fase complessa a partire proprio da un’azienda come la Bombardier, e da tutta la filiera, esiste quindi una forte attenzione di questo ministero a tutto il settore che merita il giusto sviluppo.

Le OOSS hanno rappresentato che le problematiche dell’azienda sono estremamente importanti anche per il peso che determinano sul territorio. Denunciano che l’azienda non ha messo in campo risorse necessarie a far si che i prodotti siano concorrenziali. Le commesse attuali dell’azienda non sono sufficienti a competere, in maniera adeguata, con gli altri “competitors”. Per far fronte alla richiesta di mobilità urbana e regionale il futuro è costituito dal trasporto ferroviario regionale. Le OOSS hanno chiesto a Bombardier di sviluppare treni regionali a potenza distribuita. La cassa integrazione che ora interessa 50 lavoratori è destinata a crescere se non si trovano soluzioni di innovazione chiedendo una strategia per tutto il sito. I sindacati hanno altresì sollecitato una iniziativa politica per il settore ma anche di trattare in modo separato il tavolo Bombardier.

Il Rappresentante Aziendale, Ing. Luigi Corradi, ha messo in risalto che da sempre Bombardier  ha avuto una forte collaborazione con Ferrovie dello Stato, le Istituzioni locali e con le RSU,  è loro intenzione continuare. Ha manifestato la volontà di continuare ad investire sul mercato italiano pur essendo questo un mercato difficile, ma l’azienda ha le basi e la conoscenza per affrontare le difficoltà. La necessità di diversificazione del prodotto è condivisa e l’Azienda si è già orientata in tal senso, un esempio ne è il treno ad ’Alta Velocità (ETR 1000) e la commessa di rinnovamento carrozze nonché il fatto che l’Azienda abbia recentemente partecipato ad una gara di Treni Regionali che purtroppo non ha portato all’acquisizione della commessa.  E’ volontà dell’azienda di procedere in questa direzione, ma l’azienda non dimentica il suo “core business” che è la locomotiva, tant’è che ha iniziato ed ha portato ad uno stadio notevole lo sviluppo di un nuovo prodotto, la Locomotiva DC3. L’azienda, nell’ambito della propria politica di diversificazione è pronta a puntare sugli elettrotreni. In tale ottica sono stati investiti dall’azienda 2 milioni di euro per i binari utili  al test per l’ETR 1000 e, in prospettiva , anche per un’eventuale commessa di elettrotreni. Per continuare a investire sui treni a potenza distribuita ha necessità di capire la strategia che intende perseguire il Paese, pertanto vedrebbe positivamente la proposta di convocazione di un tavolo nazionale con la partecipazione di Trenitalia come richiesto dalle OOSS. Per quanto riguarda la richiesta di omologazione per l’Italia del treno a trazione distribuita che le organizzazioni sindacali hanno rivolto all’azienda, questa ha risposto che è tecnicamente complesso e che l’omologazione di un prodotto va fatto di fronte a chiari e stabili requisiti del Cliente in riferimento al prodotto stesso.

Il Rappresentante della Regione ha manifestato che Bombardier ha fatto un prodotto di grandissima qualità , ovvero la Locomotiva E 464, ma oggi quel prodotto è esaurito. L’impegno su l’elettrotreno è inderogabile. Ha espresso perplessità alla richiesta della partecipazione di Trenitalia al prossimo tavolo di confronto.

In conclusione il Dr. Castano ha rivolto l’invito a tutti i partecipanti di affrontare responsabilmente e con serietà le problematiche sollevate in questo tavolo. Le tensioni espresse sono reali e dopo aver sollecitato l’azienda ad essere più coraggiosa per far fronte alle attuali richieste del mercato, ha assicurato che il periodo transitorio di cassa integrazione sarà gestito con serietà  e altrettanto seriamente dovranno essere gestiti gli aspetti sociali,. come è stato fatto fino ad adesso Nei prossimi giorni verrà convocata una prossima riunione con le modalità che verranno comunicate al più presto.





Questa pagina ti è stata utile?

NO