Verbale di riunione - Marcegaglia Buildtech

Il giorno 10 dicembre 2013 presso il Ministero dello Sviluppo Economico in Roma si è tenuto un tavolo di confronto  avente ad oggetto la vertenza Marcegaglia Buildtech di Taranto.

 

All’incontro erano presenti il Sottosegretario di Stato prof. Claudio De Vincenti, il dr. G. Castano e la dr.ssa Brunetti dell’Unità Gestione Vertenze del Ministero dello Sviluppo Economico, il prof. G. Recchia della Regione Puglia. Per la Marcegaglia Buildtech di Taranto erano presenti il dr. F. Prete ed il dr. M. Dottino.

 

Erano altresì presenti all’incontro il dr. G. Meschiari di Confindustria Taranto, le OO.SS. Nazionali e Territoriali FIOM CGIL, FIM CISL, UILM UIL,  unitamente alle RSU.


Nel corso dell’incontro, che fa seguito al precedente tenutosi sempre presso il MiSE in data 22 novembre u.s., la Società ha confermato che non sussistono i presupposti per consentire il riavvio delle attività produttive presso lo Stabilimento di Taranto.


La Società, preso atto e condividendo le sollecitazioni provenienti dalle Istituzioni e dalle OO.SS. e sulla base di quanto concordato in data 2 dicembre 2013 presso la Provincia di Taranto sull’avvio della procedura di CIGS per crisi ha comunicato di aver incaricato la Società PRAXI  di  ricercare una potenziale soluzione di reindustrializzazione che consenta ad eventuali soggetti terzi  interessati  di avviare un’attività produttiva sul sito di Taranto.

 

La Regione Puglia ha confermato la propria disponibilità a sostenere con gli strumenti a propria disposizione tutte le attività di reindustrializzazione possibile del sito nonché di riqualificazione dei lavoratori interessati come peraltro già comunicato in occasione dei colloqui avuti con l’Azienda nelle trascorse settimane. Resta cruciale, per la Regione Puglia, che venga avviato un percorso condiviso da tutte le parti, in primis dall’azienda, finalizzato al mantenimento in attività del sito.

 

Le OO.SS. tutte hanno espresso apprezzamento per la manifestata volontà dell’Azienda di voler individuare, attraverso il formale affidamento all’advisor del sopraccitato incarico, un potenziale percorso di reindustrializzazione del sito che abbia quale obiettivo la salvaguardia dell’intero perimetro occupazionale. Le OO.SS. hanno inoltre ribadito la necessità di avviare idonei percorsi di riqualificazione/formazione del personale anche sulla scorta della disponibilità manifestata dalla Regione Puglia in tale senso. 

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha confermato piena disponibilità a riconvocare ulteriori tavoli di confronto, con cadenza bimestrale (o su richiesta di una delle parti) al fine di monitorare lo stato di avanzamento del percorso avviato e condiviso dalle parti.

Letto, confermato e sottoscritto

Roma,  10 dicembre 2013

 




Questa pagina ti è stata utile?

NO