Verbale di riunione – Impresa S.p.A. in A.S.

Documento: Verbale di riunione
Azienda: Impresa S.p.A. in A.S.
Settore: Edilizia
Numero dipendenti: 686
Data: 12 novembre 2013

Il 12 novembre 2013 presso il Ministero dello Sviluppo Economico, alla presenza della Dr.ssa Maria Rosaria Brunetti si è tenuto un incontro riguardante Impresa S.p.A. in A.S. rappresentata dal Commissario Straordinario Prof.ssa Daniela Saitta; erano altresì presenti le OO.SS. FENEAL-UIL, FILCA-CISL, FILLEA-CGIL nazionali, territoriali e le RSA.

Nel corso dell’incontro  la Prof.ssa Saitta ha dato conto dell’intervenuta cessione di Tram Firenze S.p.A. ed   illustrato l’attuale situazione aziendale, nonché fornito ulteriori elementi in ordine alle attività svolte.

Le OO.SS. hanno richiesto ulteriori dettagli rispetto al pagamento degli arretrati, alla emissione dei c.d. “certificati datoriali”, per consentire la presentazione delle domande di ammissione al passivo entro il termine previsto del 10.12.2013. Sono stati richiesti aggiornamenti sulla situazione delle Società DIRPA SCARL, SAF e Rabbiosi S.p.A.

La prof.ssa Saitta, al riguardo, ha specificato di aver appena proceduto – con congruo anticipo rispetto alla scadenza - a depositare presso il MISE il programma di cessione dei beni di Impresa che, se approvato, consentirà di procedere all’avvio della procedura di cessione dei rami di azienda compresi nel perimetro individuato da Commissario che, tenuto conto delle manifestazioni di interesse sinora pervenute, potrebbe dare esiti positivi già dal primo esperimento, che si ipotizza possa concludersi in cica 4 mesi, salvo impedimenti.

All’esito delle valutazioni che il MiSE opererà sul citato programma, il Commissario illustrerà alle OO.SS. le linee guida dello stesso, fornendo previsioni più puntuali in relazione alla presumibile misura di soddisfo dei creditori.

Riguardo il pagamento degli arretrati il Commissario ha rappresentato di aver stanziato allo scopo, al momento, la somma di circa 1,2 milioni di euro (a copertura dei mesi di aprile e giugno), mentre il residuo, fino al 90%,  potrà essere corrisposto solo all’esito dell’incasso degli accordi bonari, già autorizzato dal Ministero, che si auspica avvenga entro la fine dell’anno.

Con riferimento all’emissione dei certificati datoriali, il Commissario ha comunicato che saranno resi disponibili i primi giorni della prossima settimana.

Con riferimento alla Società DIRPA SCARL è stato comunicato che il Tribunale di Roma ha dichiarato lo stato di insolvenza in data 16 ottobre 2013, specificando che per tale società non potrà procedersi al pagamento degli arretrati in quanto la liquidità disponibile non lo consente, trattandosi peraltro di crediti non prededucibili.

Il Commissario ha altresì precisato che nei prossimi giorni verrà sottoposto al parere del Comitato anche il programma di cessione di Dirpa, per affiancare le procedure di vendita delle due Società, entrambe interessate alla Commessa del Quadrilatero

Con riferimento invece alla Società Rabbiosi S.p.A. la prof. Saitta ha confermato l’imminente presentazione dell’istanza di attrazione alla procedura di Amministrazione Straordinaria ed ha segnalato, altresì, di aver recuperato la somma straordinaria di € 1,9 milioni circa, che sarà destinata interamente al riavvio delle attività.
Anche per tale Società non possono ipotizzarsi anticipi sulle retribuzioni arretrate.

Le OO.SS. hanno richiesto ulteriori dettagli e la relativa tempistica rispetto al programma depositato presso il MISE.

La dr.ssa Brunetti ha in merito precisato che, così come previsto dalla normativa di riferimento, detto programma dovrà essere autorizzato dal Ministero, sentito il comitato di sorveglianza e successivamente depositato presso il competente Tribunale.

Con riferimento alla tempistica dello stesso ha precisato che la Legge prevede che i piani di dismissione devono consentire la prosecuzione dell'attività d'impresa (imponendo dei vincoli all'acquirente in ordine alla continuità dell'impresa per almeno un biennio e mantenendo durante detto periodo, sotto la vigilanza del MISE,  i livelli occupazionali dichiarati all’atto di vendita).

Il MiSE ha da ultimo comunicato la disponibilità a convocare un ulteriore incontro in sede Ministeriale immediatamente dopo la definizione dell’iter valutativo del programma presentato dal Commissario Straordinario presso il MiSE al fine di condividerne con le OO.SS i contenuti.



Questa pagina ti è stata utile?

NO