Verbale di riunione - Vestas Nacelles

Nella giornata del 11 ottobre  2013 si è svolto presso il Ministero dello Sviluppo Economico l’incontro per l’esame della situazione relativa alla Società Vestas Nacelles S.r.L..

All’incontro hanno partecipato il dr. Castano e la dr.ssa Brunetti  del Ministero dello Sviluppo Economico, l’Assessore al Lavoro della Regione Puglia, il Sindaco di Taranto, il Management Vestas Italiano ed Europeo, le Organizzazioni Sindacali FIM CISL, FIOM CGIL, UILM UIL nazionali e  territoriali unitamente alle Rappresentanze Sindacali Unitarie.

Erano altresì presenti all’incontro i rappresentanti di Confindustria Taranto.

Nel corso dell’incontro, coerentemente con gli impegni assunti dalle parti nel corso dell’ incontro tenutosi in sede ministeriale in data 4 ottobre 2013, le parti hanno ulteriormente approfondito le problematiche connesse all’annuncio della chiusura della produzione di Vestas Nacelles nel sito di Taranto - che la Società ha confermato avverrà per il 30 dicembre 2013.

A valle di un’approfondita discussione sono emerse ipotesi di lavoro da parte della Società nel seguito illustrate.
La Società, preso atto di quanto richiesto dalle Istituzioni nonché dalle OO.SS.,  ha ipotizzato le seguenti alternative rispetto a quanto comunicato in data 4 ottobre 2013:

  • avviare istanza di accesso allo strumento della CIGS per cessazione attività con conseguente collocazione in CIGS del personale a decorrere dal 30 dicembre 2013;
  • ritiro della procedura di mobilità avviata nel corso del mese di settembre 2013 contestualmente al raggiungimento dell’accordo di CIGS (da perfezionare eventualmente entro il 25 ottobre 2013);
  • impegno ad avviare il confronto sindacale per verificare possibili opportunità occupazionali dei lavoratori Vestas Nacelles in ambito Gruppo (preferibilmente sui siti di Taranto, Italia ed Estero);

Il MiSE e le Istituzioni territoriali, hanno ribadito la piena disponibilità a supportare l’Azienda nella ricerca di potenziali soluzioni produttive.

Le OO.SS. non  hanno ritenuto sufficiente e sostenibili  le alternative avanzate dalla Società.




Questa pagina ti è stata utile?

NO