Verbale di incontro - Irisbus

Il giorno 14 ottobre 2013 si è svolto presso il Ministero dello Sviluppo Economico, presenti i rappresentanti del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, della regione Campania, un incontro relativo alla situazione della Società “IRISBUS” di Valle Ufita al quale hanno partecipato delegazioni della Società “IRISBUS”, di Confindustria Avellino, delle Organizzazioni Sindacali FIM CISL, FIOM CGIL, UILM UIL,FISMIC, UGL Metalmeccanici, FAILMS unitamente alle Rappresentanze Sindacali di Stabilimento.

  1. Nel corso dell’incontro il Governo ha illustrato le prospettive industriali dell’unità produttiva di Valle Ufita che l’Azienda ha confermato (anche su richiesta della Regione Campania) essere a disposizione per investitori, senza esclusione di settore di riferimento, che siano in grado di garantire effettive prospettive occupazionali per l’insieme dei dipendenti in forza.
    In questo quadro il Governo (dopo aver informato che i precedenti progetti industriali non sono risultati essere coerenti con i richiesti standard industriali e finanziari) ha dato conto dei colloqui in corso con primarie imprese sia nazionali che internazionali operanti nel settore dei veicoli commerciali per trasporto urbano ed interurbano.
    Un ulteriore aggiornamento, anche alla luce dei piani industriali e finanziari che sono stati presentati e che saranno ulteriormente dettagliati sulla base delle richieste formulate dal Governo, è previsto entro la metà del prossimo mese di novembre.
  2. Alla luce di quanto fin qui richiamato, il Governo ha invitato la Regione Campania a convocare immediatamente le Parti al fine di ricercare e raggiungere una intesa per il ricorso alla CIG in deroga per sei mesi a partire dal 1 gennaio 2014 e, conseguentemente, superare la procedura di mobilità già avviata, secondo le modalità da concordare tra le Parti. La Regione Campania ha accolto l’invito ed ha precisato di voler convocare le Parti  il prossimo 23 ottobre 2013.
  3. Il Governo, in considerazione della straordinaria situazione in cui versano i lavoratori interessati e, sulla base di quanto richiamato al precedente punto 1., si impegna in via eccezionale a garantire per un periodo massimo di sei mesi l’impiego delle risorse occorrenti all’INPS entro la fine del mese di gennaio 2014.
    A tal fine è essenziale che l’Accordo di concessione della CIG in deroga, da definire in sede di Regione Campania, sia sottoscritto con assoluta urgenza e di conseguenza sia tempestivamente adottato il Decreto da parte della Regione medesima.
  4. L’Azienda si impegna, pertanto, a richiedere l’attivazione dello strumento della CIG in deroga e di conseguenza a modificare la procedura di mobilità attraverso il criterio della non opposizione, nel presupposto della sussistenza delle condizioni per il riconoscimento della CIG in deroga e della garanzia di effettiva erogazione di tale trattamento di integrazione salariale ai lavoratori.
    Qualora non fosse già attivo per il mese di gennaio 2014 il pagamento diretto da parte dell’INPS ai lavoratori interessati da trattamento di CIG in deroga, in sede di accordo regionale l’Azienda si impegna a studiare le modalità di erogazione dell’eventuale anticipazione con risorse proprie per i mesi di gennaio e febbraio 2014, fermo restando che nessun onere rimarrà in capo all’Azienda.
  5. Una nuova verifica dello stato di avanzamento del processo di reindustrializzazione per IRISBUS di Valle Ufita è previsto il prossimo 15 novembre 2013 previa valutazione dei progetti anche con la Regione Campania.



Questa pagina ti è stata utile?

NO