Verbale di riunione - Opera 21 S.p.A

Documento: Verbale di riunione
Azienda: Opera 21 S.p.A.
Settore: ICT
Numero dipendenti: 485
Data: 31 luglio 2013


Mercoledì 31 luglio 2013 presso il Ministero dello Sviluppo Economico si è svolto  un incontro avente ad oggetto OPERA 21 S.p.A.
All’incontro hanno partecipato la dr.ssa M.R. Brunetti dell’Unità Gestione Vertenza del Ministero dello Sviluppo Economico, la  Regione Lombardia rappresentata dal  dr. Matone Direttore Generale dell’ARIFL – Direzione Regionale per l’Istruzione, la Formazione e il Lavoro, Prof. Avv. Alberto Stagno D'Alcontres Commissario Giudiziale di  Opera 21, il dr. A. Adamo; erano altresì presenti le Organizzazioni Sindacali FIOM CGIL, FISMIC, FISASCAT CISL, UILM UIL nazionali e territoriali unitamente alle Rappresentanze Sindacali Unitarie.

La dr.ssa Brunetti Ha aperto l’incontro richiamando quanto discusso in occasione dell’incontro tenutosi in sede ministeriale in data 1 luglio 2013, ancor prima, come noto, che venisse accolta l’istanza di A.S..
La dr.ssa Brunetti ha precisato che ad oggi, il prof. D’Alcontres ha unicamente il ruolo di Commissario Giudiziale così come previsto dalla Legge e con le relative limitazioni.
Ha poi chiesto al prof. D’Alcontres di illustrare l’attuale quadro aziendale.

Il prof. D’Alcontres ha precisato che, così come disposto dalla legge, il Commissario Giudiziale ha 30 giorni per depositare la relazione sulla sussistenza della continuità aziendale e dunque esclusione di fallimento. Il prof. ha precisato in merito che, sarà inevitabilmente richiesta una proroga di 30 gironi per il deposito. Ha poi illustrato alcuni aspetti emersi da una prima valutazione sull’Azienda; in particolare:

  • limitatezza dei fondi attuali disponibili; in particolare ha precisato che provvederà  immediatamente a richiedere a Giudice l’autorizzazione per il pagamento parziale degli stipendi (dalla data di presentazione dell’istanza di accesso all’A.S. al 16 agosto 2013 -data di scadenza per il deposito della relazione).
  • Problema del pagamento delle utenze da erogare alla stessa Società ma stipulate dalla Capogruppo.
  • Tutela delle lavoratori nel perimetro aziendale i quali rappresentano il maggiore patrimonio per l’Azienda (infatti sembrerebbero avere abbandonato l’azienda circa 50 unità).

Il prof. ha pertanto ribadito che sarà fondamentale cercare di tutelare l’intero livello occupazionale anche per scongiurare eventuali azioni concorrenziali lesive.

Il prof. D’Alcontres ha poi precisato che sono state presentate n. 6/7 manifestazioni d’interesse di interesse in via informale sia per alcuni rami d’azienda che per l’integrità.

Le OO.SS. hanno poi rappresentato la necessità di rivedere l’attuale CIGS concessa per riorganizzazione sulla scorta di un Accordo sindacale che prevedeva l’anticipo della Cassa da parte dell’Azienda che oggi evidentemente non è possibile. Pertanto hanno richiesto al Commissario di approfondire tale aspetto.
Con riferimento ai potenziali offerenti, hanno precisato che, anche in occasione dell’incontro in  sede ministeriale con il Gruppo SESA hanno manifestato contrarietà ad operazioni di  smembramento di importanti commesse e di lavoratori.
Hanno inoltre richiesto al Commissario di offrire ai dipendenti un corretto e puntuale quadro informativo.

Il prof. D’Alcontres ha garantito che sarà cura del Commissario, nei limiti del proprio ruolo,  procedere a divulgare idonea informativa anche sul possibile pagamento degli stipendi in linea con quanto disposto dalla Legge.
Ha da ultimo precisato di aver ricevuto lettera di disdetta da parte di SAP.

Le OO.SS., con riferimento a tale disdetta, hanno evidenziato l’importanza di tale commessa poiché presupposto per poter lavorare con altre Aziende.

Da ultimo le OO.SS. hanno richiesto al Ministero di interagire eventualmente con amministrazioni con le quali l’Azienda opera in considerazione dell’attuale situazione nonché della procedura, se confermata, di A.S.

Il MiSE, sulla scorta delle informazioni acquisite, nonché sulla base della tempistica illustrata dal Commissario  ha confermato piena disponibilità a riconvocare un incontro nel corso del mese di settembre 2013 anche alla luce della scadenza del deposito della prevista relazione.




Questa pagina ti è stata utile?

NO