Verbale di riunione - Impresa SpA

Documento: Verbale di riunione
Azienda: Impresa S.p.A.
Settore: Edilizia
Numero dipendenti: 686
Data: 20 maggio 2013

In data 20 maggio 2013 presso il Ministero dello Sviluppo Economico, si è tenuto l’incontro riguardante la Società Impresa S.p.A.
Alla riunione hanno partecipato il dr. G. Castano e la dr.ssa M.R. Brunetti (Unità Gestione Vertenze del MiSE), l’avv. Chimenti, il dr. Tarparelli e l’avv. Scicolone per Impresa S.p.A., le OO. SS. Nazionali e Territoriali FILLEA CGIL, FILCA CISL, FENEAL UIL unitamente alle RSA.

La dr.ssa Brunetti ha precisato, aprendo l’incontro, che  tale tipologia di tavoli di confronto è finalizzata a contrastare il declino dell’apparato produttivo nonché le inevitabili ricadute occupazionali. Ha inoltre precisato che, come noto, la Società ha presentato istanza di concordato e pertanto è utile acquisire dalla Società stessa maggiori dettagli in ordine alla tempistica di presentazione dei piani concordatari.

A tal proposito, l’avv. Scilicone ha comunicato che l’istanza è stata depositata presso Tribunale di Roma e, con riferimento alle operazioni correlate e preliminari alla presentazione del piano concordatario, ha comunicato che il Tribunale ha provveduto a concedere una proroga per il deposito fino al 4 luglio 2013. Inoltre, la Società ha provveduto a depositare un’istanza per l’autorizzazione al possibile ricorso di accordi bonari (ai sensi dell’art. 240 d.lgs. 163/06 e s.m.i.)  riferiti ad alcune stazioni appaltanti (Anas ed Autostrade Meridionali) che dovrebbero apportare, qualora accolte, risorse da utilizzare per il pagamento delle retribuzioni. In tale contesto, il Tribunale ha nominato un ausiliario che dovrà procedere, a seguire, alla stipula di tali accordi (di cui all'art.31 bis della legge 11 febbraio 1994, n.109 e s.m.) e conseguentemente gestire le retribuzioni.

Il dr. Tarparelli ha illustrato le problematiche connesse alla riscossione dei crediti verso la P.A. (es. Quadrilatero, Anas, Autostrade Meridionali, Ferrovie).

Le OO.SS. hanno richiesto maggiori dettagli su tali accordi bonari. Inoltre, hanno richiesto, sulla base dell’attuale quadro societario, se la Società intende procedere all’individuazione di una diversa procedura concorsuale come l’Amministrazione Straordinaria. Hanno inoltre richiesto chiarimenti rispetto alla tempistica di approvazione delle autorizzazioni citate da parte del Tribunale.

L’Avv. Scilicone ha precisato che le autorizzazioni (sia per accordi bonari che per retribuzioni) richieste al Giudice Delegato sono indispensabili per consentire la ripartenza delle commesse che sono indipendenti dal piano concordatario. Ha inoltre comunicato, in ordine alla tipologia di piano concordatario, che non è ancora stata definita chiaramente la tipologia da attuare (se in continuità o meno).
Ha inoltre precisato, rispetto ad una eventuale tipologia alternativa di procedura concorsuale - come l’Amministrazione Straordinaria (rispetto alla quale non vi sono obiezioni di principio) che è fondamentale garantire un valido perimetro aziendale (asset) che possa presupporre concrete possibilità di continuità sui cui lavorare. In ordine alla tempistica delle citate autorizzazioni da parte del Giudice Delegato ha precisato che, compatibilmente con il calendario delle attività della Camera di Consiglio, si potrebbe avere un riscontro entro la prima decade del mese di giugno 2013.

Il Ministero dello Sviluppo Economico, preso atto delle difficoltà in ordine alla riscossione dei crediti verso ANAS e FERROVIE DELLO STATO, ha comunicato di aver già provveduto nella settimana passata ad attivare contatti sia con ANAS che con FF.SS. e di essere disponibile (se ciò non interferisce con le procedure avviate) a nuovi confronti di tipo informale finalizzati al soddisfacimento degli interessi che consentano la continuità d’impresa.

A tal proposito, compatibilmente con la tempistica illustrata dalla Società in ordine al pronunciamento sulle autorizzazioni da parte del Giudice Delegato, il MiSE ha comunicato la disponibilità a convocare un ulteriore incontro in sede Ministeriale per il 17 giugno 2013 al fine di condividere il percorso con le parti sulla scorta di quanto deciderà il Giudice medesimo.




Questa pagina ti è stata utile?

NO