Direzione generale per la vigilanza sugli enti cooperativi, sulle società e sul sistema camerale

Dirigente generale Dott. SCARPONI Gianluca
(+39) 06 4705 5275 -5276
(+39) 06 4705 5225

Competenze

    La Direzione generale per la vigilanza sugli enti cooperativi, sulle societa' e sul sistema camerale svolge le seguenti funzioni:
    a) vigilanza sul sistema cooperativo;
    b) elaborazione delle politiche per la promozione e lo sviluppo del movimento cooperativo in coordinamento la Direzione generale per la politica industriale, l'innovazione e le piccole e medie imprese;
    c) vigilanza sui consorzi agrari, di concerto con il Ministero delle politiche agricole alimentari, forestali e del turismo;
    d) vigilanza sulle banche di credito cooperativo con riferimento agli aspetti relativi alla mutualita';
    e) vigilanza sulle associazioni nazionali riconosciute di rappresentanza, assistenza e tutela del movimento cooperativo e sui fondi mutualistici costituiti ai sensi dell'articolo 11, della legge 31 gennaio 1992, n. 59;
    f) vigilanza sulle societa' cooperative europee;
    g) vigilanza sugli albi delle societa' cooperative;
    h) vigilanza sulle gestioni commissariali, scioglimenti e procedure di liquidazione coatta amministrativa delle societa' cooperative e dei consorzi agrari;
    i) vigilanza sulle societa' fiduciarie e di revisione;
    l) procedure di liquidazione coatta amministrativa delle societa' fiduciarie e di revisione;
    m) normativa sul registro imprese e sul repertorio delle attivita' economiche e amministrative (REA) e vigilanza sulle relative attivita' delle camere di commercio, tenuta dell'Indice nazionale degli indirizzi di posta elettronica certificata di professionisti ed imprese (INI PEC) e ordinamento del sistema camerale;
    n) normativa e provvedimenti amministrativi in materia di fiere, borse merci e magazzini generali;
    o) vigilanza su camere di commercio, loro unioni e aziende speciali;
    p) vigilanza su Unioncamere, sul Consorzio Infomercati fino alla chiusura della relativa liquidazione disposta con decreto del Ministro dello sviluppo economico del 25 ottobre 2016, salvo quanto previsto all'articolo 3, comma 3, lettera u);
    q) accreditamento degli Sportelli unici per le attivita' produttive e delle Agenzie per le imprese;
    q-bis) esercizio dei compiti previsti dalla legge 1° luglio 1970, n. 518 e dalla legge 29 dicembre 1993, n. 580, relativi alle camere di commercio italiane all'estero e italo-straniere.