Gara 5G: presentate le offerte iniziali da parte degli operatori

Lunedì, 10 Settembre 2018

Cinque le società che hanno presentato offerte

Immagine decorativa

Roma, 10 Settembre 2018 - Oggi è scaduto il termine per la presentazione delle offerte economiche per la procedura di assegnazione delle frequenze per il 5G.

Cinque società hanno presentato le offerte economiche iniziali, mentre le società Linkem SpA e Open Fiber SpA, che pure erano state ammesse alla procedura, non hanno presentato offerte.

L’ammontare totale delle offerte iniziali presentate è stato pari a 2.481.002.804,00 euro. Le offerte sono state presentate da Iliad Italia S.p.A., Fastweb S.p.A., Wind 3 S.p.A., Vodafone S.p.A. e Telecom Italia S.p.A., come da tabella allegata.

Dall’esame delle offerte iniziali è risultato che la sola società Iliad Italia S.p.A., in qualità di remedy taker come definito dalla delibera 231/18/CONS dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, ha presentato offerta per il lotto riservato in Banda 700 MHz per un importo pari a 676.472.792,00 euro.

La procedura di gara per tale lotto deve intendersi, quindi, conclusa con la conseguente aggiudicazione alla società Iliad Italia S.p.A. di tale blocco di frequenze.

Nessuna offerta iniziale alla data odierna risulta essere stata presentata per la banda 700 SDL, nonché per il blocco specifico in banda 3600 -3800 Mhz.

Alle ore 11.00 di giovedì 13 settembre 2018 partirà, sempre in seduta pubblica, la fase dei miglioramenti competitivi.

Nella giornata di domani verrà pubblicato sul sito del Ministero dello Sviluppo economico il dettaglio delle offerte presentate dagli operatori.

 

 


Questa pagina ti è stata utile?

NO