sito del ministero dello sviluppo economico

INFORMATIVA

Il sito usa cookie per offrire un servizio migliore. Proseguendo la navigazione accetti di riceverli. Per saperne di piu'

OK

Menu Come Fare Laterale

Zona Franca Lombardia

Con la circolare del 10 marzo 2016, n. 21801 - pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 65 del 18 marzo 2016 - si dà avvio al nuovo intervento per la concessione di agevolazioni fiscali a favore delle micro imprese localizzate nella zona franca della Lombardia.

Istituita con l’articolo 1, comma 445 della legge di Stabilità 2016, legge 28 dicembre 2015, n. 208, la zona franca della Lombardia comprende i centri storici o centri abitati dei comuni colpiti dal sisma del 20 e 29 maggio 2012.

La stessa norma ai commi 446-452 stabilisce nel dettaglio le caratteristiche dei beneficiari e le agevolazioni concedibili, individuando anche le aree dei comuni che rientrano nella zona franca, le risorse finanziarie a copertura dell’intervento, gli specifici requisiti di accesso alle agevolazioni delle imprese e le tipologie di esenzioni fiscali concedibili.

Per l’attuazione dell’intervento, in quanto compatibili, si applicano ai sensi del successivo comma 443 le disposizioni del decreto ministeriale 10 aprile 2013 che disciplina le condizioni, i limiti e le modalità, i termini di decorrenza e durata delle agevolazioni concesse ai sensi dell’articolo 37 del decreto-legge 18 ottobre 2012, n. 179, convertito, con modificazioni, dalla legge 17 dicembre 2012, n. 221.”


A chi è rivolta la misura

L’intervento prevede la concessione di agevolazioni sotto forma di esenzioni fiscali in favore di micro imprese localizzate nelle Zone Franche della Lombardia.

Per le agevolazioni sono disponibili, al netto degli oneri per la gestione degli interventi di cui all’articolo 8, comma 9, del decreto, 4,9 milioni di euro per l’esercizio 2016.

Per accedere alle agevolazioni le micro imprese, che hanno meno di 10 occupati e un fatturato/bilancio annuo inferiore a 2 mln di euro, devono:

  • svolgere la propria attività all'interno della zona franca (sede principale o unità locale)
  • presentare l’attestazione del legale rappresentante o del procuratore
  • avere un reddito lordo nel 2014 inferiore a 80.000 euro e un numero di addetti inferiore o uguale a 5
  • non essere in liquidazione volontaria o sottoposte a procedure concorsuali

Possono accedere alle agevolazioni le imprese che operano nei settori di attività individuati dai codici ATECO 2007 riportati nella circolare.


Agevolazioni concedibili

Nei limiti delle risorse disponibili le imprese possono beneficiare delle seguenti agevolazioni fiscali:

  • esenzione dalle imposte sui redditi;
  • esenzione dall’imposta regionale sulle attività produttive;
  • esenzione dall’imposta municipale propria.

Le agevolazioni sono riconosciute esclusivamente per il periodo di imposta 2016.


Perimetro della Zona franca

La perimetrazione delle aree interessate dall’intervento è riportata nelle delibere adottate dalle rispettive Amministrazioni. Di seguito le delibere e i link alle pagine informative dei comuni:

Per accedere alle agevolazioni, la localizzazione della sede principale o dell’unità locale della micro impresa all’interno della zona franca deve essere attestata dal rappresentante legale o dal procuratore dell’impresa richiedente, ai sensi dell’articolo 47 del testo unico di cui al decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445, nel modulo di istanza.

 

Presentazione delle domande

Le domande di accesso alle agevolazioni potranno essere presentate esclusivamente tramite procedura telematica, all’indirizzo https://agevolazionidgiai.invitalia.it dalle ore 12:00 dell’8 aprile 2016 e fino alle ore 12:00 del 16 maggio 2016.

Si ricorda che i requisiti di accesso alle agevolazioni sono riscontrati, come dettagliato in circolare, nel Registro delle Imprese, già in fase di compilazione dell’istanza.

Allegato

Comunicato

 

Informazioni e contatti

Direzione generale per gli incentivi alle imprese

Divisione XI - Interventi di sostegno all’innovazione e nel settore del commercio
e-mail: info.zfu@mise.gov.it 

Alle richieste di chiarimenti pervenute viene data risposta cumulativa con lista di FAQ (domande frequenti).

 

Ultimo aggiornamento 16 maggio 2016

 

Valutazione attuale: 4 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella inattiva