Aiuti per le aree di crisi industriale della Campania

In attuazione di quanto previsto dal Programma di rilancio delle aree colpite da crisi industriale in Campania previsto dal Protocollo di intesa tra Mise e Regione Campania del 17 luglio 2013, sono stati varati, a valere sulle risorse del Piano di Azione Coesione, due interventi di sostegno ai  programmi di sviluppo imprenditoriale da realizzare nei territori dei comuni della Campania individuati nell’allegato al  Protocollo d’intesa.

Il primo prevede il sostegno a programmi ritenuti strategici per la riconversione e riqualificazione industriale delle aree attraverso l’attivazione dello strumento dei Contratti di sviluppo.

Il secondo l’adozione di un bando per il rafforzamento della competitività del sistema imprenditoriale attraverso la realizzazione di nuovi investimenti innovativi finalizzati a consolidare, riqualificare, diversificare le PMI delle aree colpite da crisi industriale in Campania.


INCENTIVI PER PROGETTI STRATEGICI - CONTRATTO DI SVILUPPO

Alla concessione delle agevolazioni previste dai Contratti di sviluppo sono destinati 80,10 milioni di euro.

Con la circolare ministeriale n. 5067 del 13 febbraio 2014, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 47 del 26 febbraio 2014, è stato adottato l’avviso pubblico per la selezione di programmi di sviluppo industriale, costituiti da uno o più progetti di investimento e da eventuali progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale da realizzare nel territorio dei comuni riportati nell’allegato n. 1 alla circolare.

L’intervento è attuato applicando la normativa relativa ai Contratti di sviluppo, pertanto il programma di sviluppo industriale deve prevedere un investimento minimo di 30 milioni di euro. Specifico di questo intervento è invece un ulteriore requisito di ammissibilità, rappresentato dall’incremento occupazionale.

I soggetti beneficiari inoltre, si impegnano a procedere, previa verifica della sussistenza dei requisiti professionali, prioritariamente all’assunzione di personale appartenente al bacino di riferimento, individuato nei lavoratori residenti nell'area di crisi che risultino in CIG o iscritti alle liste di mobilità, al momento della nuova assunzione.

Le domande di accesso alle agevolazioni possono essere presentate al soggetto gestore, Invitalia, dal 3 marzo 2014 al 16 aprile 2014. I modelli da utilizzare sono disponibili sul sito www.invitalia.it.

Con Circolare 17 luglio 2017, n. 86104 è stato prorogato il termine di ultimazione degli investimenti.

Allegati


In risposta all’avviso pubblico, rimasto aperto dal 3 marzo al 16 aprile 2014, sono state presentate 15 proposte di investimento.


Informazioni e contatti
Per tutte le richieste di chiarimenti ed informazioni contattare esclusivamente la casella di posta elettronica:
info@invitalia.it


INCENTIVI PER PROGRAMMI DI INVESTIMENTO INNOVATIVI

Con il decreto ministeriale 13 febbraio 2014, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 82 dell’8 aprile 2014, è stato adottato il bando per la concessione ed erogazione delle agevolazioni in favore di programmi di investimento finalizzati al raggiungimento di specifici obiettivi di innovazione, miglioramento competitivo e tutela ambientale, relativi a unità produttive ubicate nelle aree di crisi della Campania, per promuoverne il rilancio industriale e la riqualificazione del sistema produttivo.

La dotazione finanziaria complessiva è pari a 53,40 milioni di euro, così ripartita tra le cinque aree di crisi:

  • euro 10.680.000,00 all'Area di crisi di Airola
  • euro 7.155.600,00 all'Area di crisi di Acerra
  • euro 7.155.600,00 all'Area di crisi di Avellino
  • euro 14.204.400,00 all'Area di crisi di Caserta
  • euro 14.204.400,00 all'Area di crisi di Castellammare di Stabia.

 

Termini di presentazione delle domande

Con circolare direttoriale 18 aprile 2014, n. 14653 sono fornite specifiche indicazioni inerenti alla tipologia delle spese ammissibili e ai limiti di ammissibilità delle stesse, nonché alle modalità e ai termini di presentazione delle domande di agevolazione. Le domande possono essere presentate a partire dal 19 maggio 2014 e sino al 30 giugno 2014.

La domanda di agevolazioni, unitamente agli allegati ,deve essere trasmessa per via elettronica al Soggetto gestore, secondo le modalità e gli schemi disponibili nell’ apposita sezione del sito Invitalia.

La domanda, unitamente agli allegati, deve essere firmata digitalmente dal legale rappresentante. Quale data di presentazione della domanda si assume quella di trasmissione elettronica.

Con decreto ministeriale 9 agosto 2017 è stato prorogato il termine ultimo di realizzazione degli investimenti nonché il correlato termine di conclusione del programma occupazionale.

 

Adeguamento alle nuove norme in materia di aiuti di Stato

Il decreto ministeriale 24 dicembre 2014 adegua le disposizioni contenute nel d.m. 13 febbraio 2014 alle norme in materia di aiuti di Stato a finalità regionale contenute nel regolamento di esenzione n. 651 del 17 giugno 2014.


Differimento termine scorrimento graduatoria

NORMATIVA

 

Informazioni e contatti

Tutte le informazioni sono rese disponibili on line attraverso:

www.invitalia.it
www.mise.gov.it
www.sviluppocampania.it

Info point territoriale:

Sportello Area ASI Marcianise Sud
81025-Marcianise località Tavernette (CE)
info@sviluppocampania.it


A partire dal 13 maggio (dal lunedì al venerdì con orario 10.30-12.30) è stata attiva
una linea telefonica dedicata: 0823 639172

È inoltre possibile rivolgersi ad Invitalia all'indirizzo email: info@invitalia.it

 

 


 

 Ultimo aggiornamento: 26 ottobre 2017

 



Questa pagina ti è stata utile?

NO