Rivendita di carte valori postali

AUTORIZZAZIONE PER LA RIVENDITA DI CARTE VALORI POSTALI (FRANCOBOLLI) DA PARTE DEI RIVENDITORI SECONDARI DIVERSI DA QUELLI DI GENERI DI MONOPOLIO (TABACCAI)

Per l’acquisto di francobolli presso i propri uffici postali, Poste Italiane s.p.a. richiede ai rivenditori secondari (enti, soggetti privati non titolari di tabaccherie, gestori di esercizi commerciali quali ad esempio cartolerie, edicole, negozi di souvenir ecc.) diversi da quelli di generi di monopolio (tabaccai) un’autorizzazione ministeriale.

I rivenditori secondari che sono interessati all’acquisto di francobolli (presso gli uffici postali di Poste Italiane) per poi rivenderli al pubblico ed ottenere il conseguente riconoscimento dell’aggio del 5% debbono pertanto richiedere l’autorizzazione a questo Ministero per la quale non deve essere effettuato alcun versamento.
Detta autorizzazione dovrà essere allegata in copia alla richiesta, in carta semplice, di prelievo di carte valori postali diretta alla filiale di Poste Italiane territorialmente competente indicando l’ufficio postale scelto per il prelievo.

L’autorizzazione può essere richiesta anche utilizzando il Modulo AUT C.V.P. allegato e deve essere indirizzata al Ministero dello sviluppo economico - Direzione generale per i servizi di comunicazione elettronica, di radiodiffusione e postali – divisione VI – viale America, 201 – 00144 Roma.

 

Modulo richiesta autorizzazione rivendita cvp (pdf)

 


Ufficio competente


Questa pagina ti è stata utile?

NO